Ciampi e la Rotonda d’Ardenza a lui dedicata

LIVORNO- Una rotonda per Carlo Azeglio Ciampi, la rotonda, quella più famosa di tutte, all’Ardenza. Da oggi il luogo porta il nome del Presidente della Repubblica.

Il Presidente Emerito della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, livornese di nascita e di carattere rimasto tale, sempre legato alla sua città, ha finalmente uno dei luoghi simbolo della stessa a lui dedicato.

ciampi ha la dedicazione

A scoprire la targa davanti ad una nutrita platea composta sia dalle più alte cariche della città tra civili, militari e religiose che da cittadini, è stato il sindaco Luca Salvetti insieme al figlio di Carlo Azeglio Ciampi, Claudio.

A partecipare alla cerimonia anche Valdo Spini, legato a Ciampi come suo ministro durante il periodo nel qaule Ciampi era Presidente del Consiglio ma soprattutto da personale amicizia.

Ne parliamo nei nostri tg con un servizio che può essere seguito anche su Mobile in contemporanea con la diretta di Live TV.

Valdo Spini Claudio Ciampi

Questa la motivazione della dedica: “Negli anni di servizio nello Stato e nelle Istituzioni si è sempre distinto non solo per le alte doti di senso civico e morale e di grande equilibrio, ma anche per il profondo e affettuoso attaccamento alle radici livornesi.

Lo stesso figlio Claudio ha evidenziato questo legame ricordando che Ciampi venne a visitare la sua città in diverse occasioni e tra queste quando era da poco diventato Presidente della Repubblica e poco prima che scadesse il suo settennato.

Valdo Spini ha ricordato le numerose cariche da lui assunte: Governatore della Banca d’Italia, Ministro del Tesoro e del Bilancio, Presidente del Consiglio, Presidente della Repubblica.

Ciampi, Spini, Salvetti Targa Ciampi

Mai una volta si è fatto largo per salire un gradino di importanza, Ciampi è sempre stato chiamato e Ciampi si è sempre messo a disposizione...”

Quando a Carlo Azeglio Ciampi gli fu conferita l’onorificenza della Canaviglia salutò così la sua città e con queste parole ci piace concludere:

lunedì la cerimonia intitolazione rotonda a ciampi

Il cuore è la nostra forza e quando il cuore si unisce alla testa, ecco che abbiamo i livornesi capaci di costruire e di rendere Livorno la città che è: positiva, aperta, generosa.

Ponetevi sempre nuovi traguardi, credendo in ciò che fate, dimostrando tenacia e determinazione nel realizzarli.

Mettendoci, come dico sempre, l’anima. E l’anima, ai livornesi, non manca”.

Condividi questo articolo

Pubblicità