Rossi dichiara chiusa la gara su TPL

FIRENZE - TPL, Rossi dichiara chiusa la gara, dopo la sentenza del Consiglio di Stato. "Siamo la prima Regione in Italia che chiude una gara sul trasporto pubblico locale di carattere europeo dopo tanti contenziosi che ci hanno fatto perdere almeno quattro anni: con questa sentenza del Consiglio di Stato riusciamo ad aggiudicare in via definitiva ad Autolinee Toscane il trasporto pubblico su gomma. Una vittoria che non è nostra, ma dei cittadini. Ci dispiace solo che non si sia potuto iniziare prima". Così il presidente della Toscana, Enrico Rossi, sulla sentenza del Consiglio di Stato sulla gara per il trasporto pubblico che assegna il servizio a un gestore unico.
"La gara era legittima - ha aggiunto Rossi - era stata fatta bene, abbiamo avuto ragione su tutto. L'assegnazione della gara era giusta, anche la Corte di giustizia europea ci ha dato ragione e anche la nostra richiesta di rivedere i piani finanziari era corretta. Nonostante i contrasti, burocrazie varie, opacità legislative ma grazie ad una politica ferma sui suoi obiettivi, la Regione Toscana porta a casa un risultato decisivo, per primi in Italia. Quindi chiudo il mio impegno legislativo dover aver liberalizzato per primi in Italia il servizio di trasporto pubblico"

Sulla gara per il Tpl "Mobit sottolinea che l'annosa vicenda potrà dirsi conclusa solo dopo l'ultima sentenza" sulla "seconda aggiudicazione" e auspica che "la Regione voglia attendere la fine del contenzioso" prima di "procedere ad atti dannosi per i cittadini, il servizio e i gestori". Così in una nota il consorzio Mobit, che riunisce sette aziende di trasporto pubblico toscane, commenta la sentenza del Consiglio di Stato sulla gara regionale per il trasporto pubblico locale della Toscana.
Il consorzio Mobit prende atto che "questa mattina il Consiglio di Stato, con sentenza n. 8411/2019, ha confermato le precedenti sentenze del Tar della Toscana che annullavano definitivamente la prima aggiudicazione ad Autolinee Toscane della gara regionale del trasporto pubblico locale" e aggiunge che "sulla seconda aggiudicazione, dello scorso maggio 2019, dovrà pronunciarsi" in un altro processo amministrativo, diverso da quello concluso oggi al Consiglio di Stato, "il Tar della Toscana all'esito di udienza fissata il 26 febbraio 2020".

Un servizio nel nostro Tg delle 20:30 di questo mercoledì 11 dicembre visibile in diretta anche sulla nostra LIVE TV

Condividi questo articolo

Pubblicità