Povertà in Toscana: i numeri e le emergenze. Soprattutto quella della casa

In Toscana la povertà assoluta colpisce principalmente le famiglie più numerose e quelle composte da giovani o da stranieri. Non è tuttavia da sottovalutare il fenomeno di quelle persone che vivono in stato di indegenza senza far parte di un nucleo familiare.

Questo è quanto emerge dal terzo rapporto dell'Osservatorio Sociale Regionale, presentato a Firenze. Alla luce di una situazione generale tutto sommato rassicurante, nella nostra regione versano in stato di povertà assoluta 62 mila famiglie  (il 3,8 percento contro una media nazionale del 7,3). In pratica in Toscana ci sono 143 mila poveri, che rappresentano un'emergenza sociale a cui dover far fronte.

Emergenza gelo: allestito un dormitorio a Livorno

In questi giorni di freddo ha avuto inizio il piano per l'emergenza gelo. Nella ex sede della Caritas in via delle Cateratte sono stati allestiti altri dieci posti letto. Si aggiungono ai 23 ordinariamente disponibli. Un'ulteriore contromisura al freddo prevede la sistemazione in albergo di 14 persone. "Il piano per l'emergenza freddo parte il 15 dicembre e dura fino al 28 febbraio", dice l'assessore al sociale Andrea Raspanti, "ed offre ospitalità in albergo a 14 persone in condizione di forte precarietà abitativa". Inoltre gli operatori in strada hanno avviato la distribuzione di coperte, indumenti e bevande calde per coloro che non hanno ancora una sistemazione.

Nuove soluzioni abitative a Pisa

"La mia vita è cambiata: ero un senzatetto e adesso ho una casa”, afferma Leonard. In questo 2019, a Pisa, ha preso vita il progetto "Housing first", promosso dalla Società della Salute pisana e gestito dalla cooperativa sociale Il Simbolo. Il progettoha l'obiettivo di offrire un tetto a persone senza dimora. Ad oggi sono stati ricavati già sei monolocali nel cuore del quartiere popolare del Cep, negli spazi della chiesa di San Ranieri. Sono stati messi a disposizione proprio dalla comunità parrocchiale.

La cooperativa Il Simbolo e l'SDS pisana offrono anche un servizio ordinario di asilo notturno nella zona di Porta a mare, in grado di ospitare fino a 28 persone a cui se ne possono aggiungere altre sei in occasione delle emergenze freddo.

Per rimanere aggiornati sulle iniziative di volontariato in Toscana potete visitare il nostro sito oppure seguirci sulla live tv.

(articolo di Nicola Fremura)

Condividi questo articolo

Pubblicità