Acciaio a Piombino, il 16 gennaio vertice con il governo

PIOMBINO - L'acciaio non è solo la ex Lucchini, a Piombino. Ma certo quella fabbrica, con tutto il suo indotto, è un grande polo produttivo e occupazionale. Il sindaco Francesco Ferrari, nella prima conferenza stampa del nuovo anno, è prudente ma non è affatto rassegnato. E annuncia che il 16 gennaio ci sarà un vertice con il governo. Vi parteciperanno i rappresentanti dei Ministeri dello Svulppo economico, dell'Ambiente, delle Infrastrutture. Perchè il caso Piombino non si risolve solo con il piano industriale per l'acciaio. Servono anche la nuova strada di penetrazione al porto e una grande operazione ambientale.

Al Comune di Piombino il punto sul futuro dell'acciaio

L'ambiente, oltre all'acciaio

E così il sindaco, al nostro telegiornale e nella lunga intervista che ci ha rilasciato e che trasmetteremo in questi giorni, torna a parlare della discarica di Ischia di Crociano, gestita da Rimateria. Il Comune ha messo dei paletti e anche la Regione - ammette Ferrari - si è mossa bene su alcuni punti. In particolare ha bloccato temporaneamente il conferimento dei rifiuti speciali. Sono finiti dunque i tempi della contrapposizione frontale con Rossi e la Regione? Alla nostra domanda il sindaco risponde che le istituzioni agiscono nell'interesse delle comunità e che ogni polemica non è stata mai strumentale e fine a se stessa.

Ambiente significa anche valorizzazione del territorio e in questo senso il sindaco annuncia che proseguirà con convinzione il cammino della Società dei Parchi. A breve ci sarà dunque la nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione: "Sarà guidato da figure dotate di una specifica preparazione tecnica e manageriale, necessaria a garantire il rilancio della società”, commenta Ferrari.

conferenza stampa di Ferrari (Piombino)

la conferenza stampa del sindaco Ferrari e dei suoi assessori

L'impegno per il turismo

Turismo e cultura sono adesso sotto lo stesso assessorato. Commenta il sindaco: “Abbiamo lavorato proficuamente per il riconoscimento di Populonia come uno dei borghi più belli d’Italia. Inoltre puntiamo sulla valorizzazione dei beni culturali e in particolare del nostro patrimonio storico e archeologico, con le importanti campagne di scavo condotte da diverse università a Baratti, Populonia e a Vignale. Un patrimonio di grande ricchezza che contribuisce a rendere il nostro territorio unico a livello internazionale”.

Il turimo nel corso degli anni ha assunto sempre più una dimensione fondamentale di questo territorio. In passato Piombino era prevalentemente un punto di  'passaggio' verso le isole, ora Piombino e i suoi dintorni esercitano un grande richiamo internazionale.

Il sindaco ricorda anche che ci sono stati importanti interventi per la riqualificazione della città. Cita i progetti per Piazza Dante, per il ponte delle Terre Rosse, per le mura e per Piazza Dante.

Buone prospettive per il porto (ancora di più con l'acciaio)

"Il porto è l’ altro motore di sviluppo fondamentale", aggiunge il primo cittadino, che mette in evidenza i grandi passi in avanti fatti con le ultime decisioni dell'Autorità di Sistema Portuale e con gli investimenti pubblici disposti dalla Regione. Ferrari dice anche che "proseguono i lavori per l’insediamento di PIM (Piombino industrie marittime), cantiere italiano iscritto nell'albo dei demolitori italiani, giunti ormai agli atti finali".
"Per quanto riguarda la 398 partiranno a breve i lavori per la realizzazione della bretella da Capezzuolo fino al porto. Anche in questo caso, da parte dell'amministrazione comunale massima determinazione per accelerare il completamento di questa infrastruttura".

Piombino, il turismo oltre l'acciaio

l'orizzonte visto dal porto di Piombino

Nel nostro telegiornale il sindaco Ferrari parla anche del 'licenziamento' di Giacomo Termine, sindaco di Monterotondo Marittimo e dipendente in prova del Comune di Piombino.

 

 

 

 

Condividi questo articolo

Pubblicità