Al Niccolini-Palli le pagelle di Modigliani

Sono esposte a Livorno, nella biblioteca della scuola superiore "Niccolini-Palli", le pagelle di Amedeo Modigliani. Il pittore fu iscritto al liceo classico "Niccolini-Guerrazzi" dal 1893 al 1898.

Il lavoro d'archivio che ha reso possibile il ritrovamento delle pagelle e di altri reperti inediti, come i registri di classe, non solo ci permette di seguire il giovane Modigliani tra i banchi di scuola, ma getta una nuova luce sulla vita scolastica negli anni a cavallo tra due secoli.

I documenti forniscono inoltre notizie sul funzionamento didattico e amministrativo di quel periodo. Non mancano riferimenti alla normativa ministeriale che modificò alcuni aspetti della vita scolastica, come l'introduzione, nel 1894, dell'intervallo all'interno dell'orario delle lezioni. Si ha anche l'opportunità di scoprire le vicende cittadine negli anni 1893 e 1894, dei veri e propri spaccati di storia livornese, come l'epidemia di colera che imperversò in citta o le forti tensioni sociali di quegli anni.

Pagelle Modigliani

Non solo Modigliani

Tra i banchi del classico non sedeva solo il giovane Modigliani. Tra i documenti messi in mostra emerge anche la vicenda di Palmira Jona, prima donna licenziata dal Regio Liceo nel 1896. Sebbene sia sconosciuta ai più, questa giovane studente rappresenta un simbolo: un simbolo che anticipa quello che sarà il ruolo dellla donna contemporanea, inserita nelle istituzioni scolastiche e parte attiva della società.

Il più illustre tra i personaggi del "Niccolini-Guerrazzi" non sedeva però in mezzo agli alunni. Dal 1887 al 1895 insegnava al liceo niente meno che Giovanni Pascoli, di cui la scuola conserva alcune lettere ed appunti autografi.

Un'iniziativa contestuale alla mostra Modigliani e l’avventura di Montparnasse che sarà presente al Museo della Città fino al 16 febbraio, data in cui chiuderà i battenti anche l'esposizione all'Isis "Niccolini-Palli".

Ricordiamo che i documenti sono visitabili nei seguenti giorni e orari: lunedi e venerdì dalle ore 9 alle ore 13; Martedì e Giovedì dalle ore 15 alle ore 19.

Un nostro servizio tratterà ampiamente l'argomento nei telegiornali del 16 gennaio (alle ore 14:30 e 20:30)

Condividi questo articolo

Pubblicità