Piombino, il rilancio industriale e le perplessità

FIRENZE - Piombino e il suo futuro al centro del nuovo incontro che si è tenuto al Mise a Roma. Oltre al piano industriale la discussione è stata dedicata anche alla realizzazione delle infrastrutture viarie e alla fornitura di energia elettrica e gas al nuovo porto.

Piombino e il suo porto

"Dobbiamo fare in modo che Piombino emerga a livello nazionale facendolo diventare un esempio di decarbonizzazione della produzione di acciaio " ha detto il Presidente Enrico Rossi . Da parte di Ferrovie dello Stato la conferma sugli impegni di acquisto e un imminente  bando di  una nuova gara per le rotaie.

il Presidente Enrico Rossi

"Notizie che ci fanno ben sperare" ha detto il Sindaco di Piombino  Francesco  Ferrari " e per una accellerazione del processo  abbiamo portato al tavolo  un documento con le richieste del comune e le possibili soluzioni delle  principali criticità del territorio".

Scettici e perplessi i sindacati .

"Sembra che si stia parlando di un possibile rinvio della presentazione del Piano industriale. Tutte notizie che, in attesa di trovare conferma, ci lasciano scettici e perplessi, visto che non è chiaro in quale modalità si sia risolto il tema energetico e quali siano le motivazioni di un probabile rinvio della presentazione del piano della nuova acciaieria elettrica.
Il nostro giudizio è di contrarietà in quanto il progetto è strettamente tarato per accompagnare i lavoratori con gli ammortizzatori sociali. Ogni ritardo potrebbe creare mancate coperture che non possiamo permetterci e nel caso sarà necessario garantire un allungamento del periodo di sorveglianza per dare le necessarie garanzie". La notizia sarà diffusa nel corso dei nostri Tg visibili in diretta Live Tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità