Duro colpo allo spaccio nel pisano

Pisa – Sono state due giornate decisive per la lotta allo spaccio nel pisano, dove la polizia e la guardia di finanza hanno arrestato uno spacciatore e disposto il sequestro di una grande quantità di eroina.

Durante la sera di giovedì 16 gli uomini della squadra mobile della questura di Pisa hanno arrestato un trentacinquenne di origine tunisina. L’uomo, ricercato per reati di spaccio, era latitante da tre anni. Gli agenti hanno riconosciuto il malvivente mentre era intento a cedere dosi di stupefacenti. Dopo averlo a lungo osservato riscontrando anche che il motorino su cui si spostava risultava rubato, i poliziotti sono intervenuti. Alla vista delle forze dell’ordine l’uomo avrebbe tentato la fuga per poi essere bloccato dopo un breve inseguimento. Il veicolo è già stato riconsegnato al legittimo proprietario, mentre il trentacinquenne, trovato in possesso di modiche quantità di cocaina, è stato trasferito in carcere.

Polizia Squadra Mobile volante

Nel pomeriggio di venerdì 17 la guardia di finanza ha scoperto e sequestrato quattro chili di eroina. Il proprietario è tuttora ignoto. I finanzieri hanno rinvenuto la droga in due anfratti di un terreno di campagna a Colignola, dopo la segnalazione di un passante. L’uomo, che aveva notato dei movimenti sospetti, ha dato l’allarme. La droga, minuziosamente confezionata e sotterrata, è stata scoperta solamente grazie all’impiego dei segugi delle unità cinofile. Sono in corso ulteriori indagini per risalire a chi ha nascosto queste grandi quantità di stupefacente, certamente destinato ad alimentare le piazze di spaccio pisane. Secondo le prime stime, infatti, la merce avrebbe potuto rendere fino a 500 mila euro ai pusher.

Ulteriori notizie sul nostro telegiornale (14.30 e 20.30)

Condividi questo articolo

Pubblicità