Presidio contro la guerra davanti a Camp Darby

TOMBOLO - Presidio contro la guerra davanti a Camp Darby. "L'Italia ritiri tutte le truppe stanziate nel mondo". E' il messaggio lanciato dalla manifestazione che si è svolta nelle scorse ore a Tombolo. Si inzerisce in una giornata di mobilitazione internazionale, una giornata globale contro la guerra in Iran che ha visto iniziative anche a Pisa. Dopo la protesta che si è già svolta domenica di fronte a Camp Darby nuovo presidio davanti alla base americana promosso da una rete di realtà e soggetti diversi. Obiettivo: effettuare una ricognizione sullo stato di avanzamento dei lavori in corso per il potenziamento della base USA. "Molte sono già state le iniziative in Italia e in Toscana contro l'aggressione all'Iran e di condanna dell'azione terroristica compiuta dagli USA con l'assassinio del generale Soleimani e degli uomini a lui vicini – hanno sottolineato gli organizzatori.” Ritrovo alle 11 a Tombolo per poi proseguire a piedi verso la stazione ferroviaria. “Il nuovo anno è iniziato con un vile attacco terroristico delle forze armate statunitensi che ha provocato la barbara uccisione del generale Soleimani suscitando forte dolore e rabbia nel popolo iraniano – si legge in una nota – Anche l’Italia ha un ruolo in questa aggressione in quanto il drone che ha ucciso Soleimani pare sia partito dalla vicina base di Camp Darby – prosegue la nota – Il nostro paese è occupato da circa 90 basi militari americane, tra queste, la base di Camp Darby rappresenta il più grande arsenale USA All’estero. Da qui le nostre preoccupazioni – hanno concluso i promotori.

 

Camp Darby: presidio contro la guerra

Camp Darby: presidio contro la guerra

Hanno fino ad ora aderito all’iniziativa: la Rete civica livornese Contro la Nuova Normalità della Guerra, il Comitato pisano per un Fronte Antimperialista e le Associazioni del Tavolo per la Pace della Val di Cecina – l'Associazione EncuentrArte di Riparbella (PI) - l’Ass. Italia-Cuba di Livorno – il circolo Italia-Cuba di Poggibonsi (SI) - l’Ass. Italia-Nicaragua di Livorno – l’Ass. Per un Mondo senza Guerre – l’Ass. WILPF Italia (Women's International League for Peace and Freedom - Lega Internazionale Donne per la Pace e la Libertà) – il Coordinamento Antifascista di Volterra – il Sindacato Generale di Base SGB (che ha lanciato un appello per il ritiro dei militari dalle aree di guerra) - la Federazione livornese e il Comitato Regionale Toscano del Partito Comunista Italiano (PCI) – il circolo di Poggibonsi (SI) e la Federazione senese del Partito della Rifondazione Comunista (RC) – la Federazione Toscana dei Comitati di Appoggio alla Resistenza - per il Comunismo (Carc) – il Partito Comunista di Pisa e Regionale Toscano.

 

Sull'iniziativa la nostra emittente ha realizzato un servizio inserito nel nostro Tg e visibile sulla nostra Live Tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità