Rinforzi dalla Legione Carabinieri Toscana

FIRENZE- Arrivano i rinforzi in assegnazione straordinaria di Carabinieri in Toscana per intensificare i controlli connessi con l’emergenza coronavirus.

I rinforzi che saranno di supporto sono composti da 5 ufficiali provenienti dalla scuola ufficiali carabinieri di Roma, 21 marescialli e 39 allievi marescialli della scuola marescialli di Firenze, saranno messi a disposizione della Legione Carabinieri Toscana.

L’inserimento di questi rinforzi non sarà provvisorio o comunque a tempo ristretto ma contingentato fino a che lo stesso governo centrale non avra’ indicato essere cessate le esigenze.

L’organico dei rinforzi potrà essere dislocato su tutto il territorio regionale.

Secondo quanto spiegato direttamente dal comando della Legione, i marescialli saranno destinati alle stazioni di tutte le provincie della Toscana.

In provincia di Firenze, in particolare, sono stati assegnati un marescialli e 7 allievi.

Gli ufficiali sono stati affiancati ai comandi regionali dislocati ad Arezzo, Livorno, Lucca, Pistoia e Siena.

Nella distribuzione delle parti, due marescialli e tre allievi marescialli saranno destinati alle stazioni dipendenti dal comando provinciale di Prato.

Sei i marescialli che sono stati destinati al comando provinciale di Massa Carrara.

Al comando di Livorno, oltre all’ufficiale già indicato, proveniente dalla scuola ufficiali di Roma, anche 2 marescialli e 5 allievi marescialli provenienti dalla Scuola Marescialli di Firenze.

L’arrivo dei rinforzi è destinato quindi a supplire ai compiti aggiuntivi ai quali sono chiamate tutte le forze dell’ordine.

Al di là dei compiti specifici quello di garantire gli opportuni controlli sulle strade è quanto mai importante per poter portare a compimento un grande impegno che faccia da deterrente a quella negligenza che presenta un potenziale negativo sul braccio di ferro in corso contro questa piaga che ognuno di noi auspica giunga al termine quanto prima e l'anno si concluda con il Covid lasciato alle nostre spalle

Ne parliamo anche nei nostri notiziari che possono essere seguiti in contemporanea su Mobile con la diretta di Live Tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità