Team Crisis Management per il Turismo

FIRENZE - Nasce un Team Crisis Management che vada incontro alla possibilità di salvare e rilanciare il turismo per la nostra regione.

Si dovrà lavorare alacremente per riportare ai livelli ottimali una delle voci economiche più proficue per la Toscana, tra le regioni italiane di maggior richiamo per il turismo, pari ad almeno un terzo del PIL e forse qualcosa di più se aggiungiamo l'indotto.

A rischio per non dire con maggiore sicurezza in perdita, molti posti di lavoro sia a contratto permanente che stagionale.

La prima ondata di arrivi è stata cancellata, quella del periodo pasquale e dell'avvio della bella stagione.

Ci vorrà tempo perchè si arrivi al picco che si continua ad indicare per la fine di marzo senza certezza scientifica, qualora fosse, si dovrà agire con estrema cautela per tornare alla stessa quota di ingressi.

una stagione che potrà essere valutata solo ad epidemia finita e in linea di massima, senza essere pessimisti, quella del 2020 è già ampiamente compromessa.

Per questo motivo l'assessore regionale Ciuoffo ha dato vita ad un Team particolare.

Si tratta del team Crisis Management, un tavolo di coordinamento tra Regione Toscana, 

Toscana promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana, Associazioni di categoria del turismo, ANCI Toscana, Toscana Aeroporti, Autorità Portuale del Tirreno Settentrionale, IRPET, Firenze città metropolitana.

Dovrà essere organizzato un rilancio del turismo toscano post crisis.

Per il Team crisis Management l'impatto della crisi sul turismo è tale che la ripartenza richiederà anche in termini di comunicazione, uno sforzo titanico e "convincente".

Non è possibile sapere quando il mercato potrà ripartire e nemmeno come sarà cambiato, occorrerà quindi fare squadra ed essere capaci di utilizzare al massimo ogni risorsa possibile mettendo in comune ingegno, esperienza, capacità.

Ne parliamo nei nostri notiziari che possono essere seguiti anche in contemporanea su Mobile con la diretta di Live Tv

Condividi questo articolo

Pubblicità