Governo Regionale in aiuto delle famiglie e delle imprese

FIRENZE- Nuove azioni promosse dal Governo Regionale come risposta concreta di aiuto a chi è in difficoltà sia a livello familiare che dal punto di vista aziendale.

Con una delibera proposta dall’assessore regionale alla casa Vincenzo Ceccarelli, il governo regionale ha destinato circa 8 milioni di euro a misure di sostegno straordinario all’affitto.

Le risorse sono in buona parte già state trasferite  ai Comuni toscani, che dovranno emettere rapidamente un bando straordinario ed assegnare le risorse in modo da coprire gli affitti del mese di aprile, con la possibilità di estendere il provvedimento a maggio e giugno 2020.

L’Assessore Ceccarelli ha spiegato che queste risorse sarebbero state destinate a varie tipologie di misure per tutto il 2020, ma è stato scelto di renderle immediatamente disponibili per fronteggiare l’emergenza.

E’ evidente che per il prossimo futuro serviranno le risorse che renderà disponibili il Governo.

Il Ministro De Micheli ha già risposto a proposito, assicurando che sono in via di stanziamento  fondi  che potranno essere utilizzati dalla Regione per i mesi successivi.

Per il sostegno straordinario all’affitto, potranno partecipare al Bando  le famiglie di lavoratori dipendenti o autonomi che hanno un reddito certificato Isee 2019 inferiore a 28.600 euro e l’attestazione che l’emergenza Coronavirus ha comportato per loro una riduzione del reddito di almeno il 40% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Per le Imprese invece, il governo regionale ha deciso una  moratoria sul pagamento delle rate dei finanziamenti derivanti da tutti i bandi regionali destinati a imprese e liberi professionisti.

Lo ha annunciato l’Assessore alle attività produttive, credito, turismo e commercio Stefano Ciuoffo.

L'Accordo siglato con diversi soggetti erogatori, prevede appunto la sospensione, da parte di banche e intermediari finanziari che vi hanno aderito, del pagamento delle rate di finanziamenti (come mutui, leasing e affidamenti a breve termine) esistenti al 31 gennaio 2020 erogati in favore di imprese e professionisti derivanti da bandi regionali e l’allungamento della scadenza.

Abbiamo dovuto individuare in maniera precipua le misure per le quali chiedevamo l'inserimento nell'elenco di quei soggetti di impresa  che possono beneficiare della moratoria, a partire dal Fondo di Garanzia del ‘Progetto Massa Carrara’ del 2003 e proseguendo con il fondo di garanzia per gli investimenti in energie rinnovabili, per il sostegno della liquidità in agricoltura, turismo e commercio, ma anche industria, artigianato, cooperazione, o il  sostegno all'imprenditoria femminile per investimenti.

Senza dimenticare quelli per le imprese danneggiate che hanno avuto finanziamenti a seguito delle alluvioni dal 2009 e seguenti”.

Ne parliamo anche nei nostri servizi che possono essere seguiti in contemporanea su mobile con la diretta di live tv

Ecco l’elenco degli interventi di incentivazione regionale, gestiti da Fidi Toscana Spa e dal RTI Toscana Muove, ammissibili alle procedure previste dall’Accordo 2019 e dall’Addendum 2020 che verrà trasmesso al Ministero dell'Economia e Finanze:

  • Fondo di Garanzia, ‘Sostegno agli investimenti dei settori turismo e commercio’, Por Creo Fesr Toscana 2007-2013 Linea 1 4 b 3);
  • Fondo di garanzia, ‘Sostegno alla liquidità dei settori turismo e commercio’, PRSE 2012/2015 Linea 1.3A ‘Ingegneria finanziaria’;
  • Interventi di garanzia per gli investimenti delle imprese femminili;
  • Fondo di Garanzia ‘Progetto Massa Carrara’ (Accordo Regione-Provincia del 1/12/2003);
  • Fondo di Garanzia per investimenti in Energie Rinnovabili;
  • Sezione Bond del Fondo Garanzia per gli Investimenti;
  • Fondo di garanzia Azione 1.3.1 Docup 2000-2006;
  • Fondo speciale rischi per la prestazione di garanzie e cogaranzie (protocollo d’intesa Regione-Banche 14/4/2006);
  • Fondo di controgaranzia;
  • Interventi di garanzia per gli investimenti Por Creo Fesr 2007-2013;
  • Interventi di garanzia per la liquidità;
  • Interventi di garanzia per la liquidità e per gli investimenti;
  • Agevolazione nella forma del contributo in c/interessi a favore delle imprese danneggiate dall’alluvione del 2009;
  • Agevolazione nella forma del contributo in c/interessi a favore delle imprese danneggiate dall’alluvione del 2012;
  • Interventi di garanzia ed in c/interessi, legge regionale 21 del 2008, ‘Promozione dell'imprenditoria giovanile, femminile e dei lavoratori già destinatari di ammortizzatori sociali’;
  • Fondo di Garanzia ‘Sostegno alla liquidità delle pmi dei settori industria, artigianato, cooperazione ed altri settori’;
  • Fondo di Garanzia ‘Sostegno agli investimenti delle PMI dei settori industria, artigianato, cooperazione ed altri settori;
  • Fondo di Garanzia ‘Sostegno all’imprenditoria giovanile, femminile e dei lavoratori già destinatari di ammortizzatori sociali’;
  • Fondo di Garanzia per investimenti in Energie Rinnovabili, legge regionale 66 del 2011;
  • Fondo di Garanzia ‘Garanzia Toscana’;
  • Fondo di Garanzia ‘Sostegno alla liquidità delle PMI agricoltura’.
Condividi questo articolo

Pubblicità