Riqualificazione del litorale pisano. Parte operazione decoro

PISA - Riqualificazione del litorale, prosegue l’opera con il progressivo abbattimento di tutti quei manufatti di proprietà comunale che rappresentano elementi di degrado per lo stato fatiscente in cui versano ormai da molti anni. Dopo la demolizione delle prime tre strutture avvenuta a maggio 2019 e la rimozione della baracca di Calambrone che fece da scenario alla morte della piccola Samantha (completata a fine marzo), la Giunta Comunale ha stabilito la demolizione di altri due immobili di proprietà del Comune di Pisa in zona Calambrone che versano in stato di fatiscenza da molti anni.

 

Una struttura da demolire

Le strutture, ormai diventate pericolose sia da un punto di vista strutturale che sotto l’aspetto della mancanza di igiene e di decoro ambientale delle aree coinvolte, si trovano all’interno della Tenuta del Tombolo, uno in via dei Porcari e l’altro in via della Cornacchia.

Ad ogni rimozione dei manufatti segue l’azione di bonifica ambientale delle aree, con connessa rimozione del materiale e smaltimento dell’amianto spesso contenuto nelle strutture. Con la demolizione di questi altri due immobili portiamo avanti un intervento più complessivo di recupero del decoro ambientale sul litorale, un'azione fondamentale per restituire a questa parte del nostro territorio l'antico splendore e la valorizzazione ambientale che giustamente merita.

 

la notizia sarà diffusa nel corso dei nostri Tg visibili in diretta Live Tv

Condividi questo articolo

Pubblicità