Ponte sul Magra, primi riscontri

ROMA - Ponte sul Magra, a distanza di alcune settimane dal drammatico crollo in cui sono rimasti feriti due operai il Ministro de Micheli ha parlato dei primi riscontri post perizia. L'inchiesta infatti mira a far luce sulle cause che hanno portato al cedimento strutturale del ponte. "Dai primi esami sono emerse alcune circostanze che potrebbero aver contribuito a generale il crollo" .

La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli,  ne ha parlato in un'audizione alle commissioni Trasporti e Ambiente della Camera. La prima circostanza citata è "il sovraccarico apportato da una soletta" apposta negli anni 90 e dal relativo sottofondo, il cui sovraccarico "potrebbe aver eroso gran parte del margine di sicurezza imposto all'epoca della progettazione". La seconda circostanza è la spinta di una frana sul lato Caprigliola con il suo "lento avanzare". La ministra informa che sono in atto analisi strutturali per valutare l'incidenza della soletta sul crollo e ulteriori
rilievi per analizzare altre possibili evenienze.

 

Notizie nei nostri Tg in diretta Live Tv

Condividi questo articolo

Pubblicità