Serie A: ripartenza dal 13 giugno se il Governo dà l’ok

ROMA - Se il governo darà il via libera alla ripresa del campionato, la Lega Serie A ha deciso che si ricomincerà a giocare dal 13 giugno. Per questa data si sono espressi a favore 16 club, mentre quattro hanno votato l'altra ipotesi: quella del 20 giugno. Il ministro Spadafora ha detto nella mattina di questo giovedì 14 maggio che dal 18 maggio saranno riaperte le strutture sportive delle squadre dopo l'ok al protocollo del Comitato Tecnico Scientifico, consentendo la ripresa degli allenamenti collettivi.

Mentre il Pisa pensa ad una possibile ripartenza sfruttando l'Arena Garibaldi anziché la struttura di San Piero a Grado, il Livorno è costretto a pensare ad una soluzione alternativa rispetto al Centro Coni. Il motivo è molto semplice: un requisito fondamentale per poter riprendere l'attività è quello dell'esclusività dell'utilizzo della struttura, previsto dal protocollo della Commissione Medica della Federcalcio. Il Livorno può far valere il contratto di affitto stipulato con il Comitato Olimpico ma in quel documento non viene fatto riferimento alla condizione di esclusività che perché prima dell'epidemia da Covid-19 era data per scontata la convivenza con atleti di altre discipline.

Resta il fatto che è comunque iniziata, in tutte le strutture, l'operazione di igiene sanitaria. La data del 18 maggio è sempre più vicina.

 

Servizi di sport ed attualità nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità