Coronavirus: 14 nuovi casi. Al Lotti dimesso ultimo paziente

FIRENZE - Leggero aumento ma assolutamente contenuto dei nuovi positivi al Coronavirus in Toscana, 14 nelle ultime 24 ore (+4 a Prato, +2 a Firenze, Pistoia e Pisa, +1 a Massa Carrara, Livorno, Arezzo e Siena), soltanto lo 0.1% in più. Dei 14, 2 sono stati individuati attraverso il sierologico.
Salgono a 6 i decessi, il doppio di ieri: 3 uomini e 3 donne (3 a Firenze, 2 a Livorno ed 1 a Lucca) con un’età media di 77 anni. Ammontano così a 998 i deceduti dall’inizio dell’epidemia.

La Toscana mantiene la 12° posizione come tasso di mortalità a causa del virus con il 26,8 per 100.000 residenti contro il 53,3 della media italiana. Il maggior numero di decessi si sono registrati a Massa Carrara (72,4 per 100.000), Firenze (35,6) e Lucca (34,5); il più basso a Grosseto (8,6).

Si riducono ancora (-23) le persone ricoverate che oggi sono complessivamente 223 di cui 45 in terapia intensiva (meno 11). E’ il punto più basso raggiunto dal 10 marzo.

Salgono a 9.982 i casi di positività al Coronavirus. I guariti crescono del 3,2% (+ 214 rispetto a ieri) e raggiungono quota 6.867 (il 68,8% dei casi totali). I test eseguiti hanno raggiunto quota 214.299, 5.138 in più rispetto a martedì. Gli attualmente positivi sono 2.117, l'8,9% in meno di ieri.

La Toscana si conferma al 10° posto come numerosità di casi (circa 268 per 100.000 abitanti contro i 375 della media italiana) con maggiore concentrazione a Massa Carrara con 536 casi per 100.000 abitanti, Lucca con 349, Firenze con 337. La più bassa Siena con 161.

1.894 persone sono in isolamento a casa.

A testimonianza del fatto che il virus è in recessione, è stato dimesso l’ultimo paziente dall’ospedale Lotti di Pontedera ma il reparto non chiude, rimane nel caso di ripresa dei contagi. L'attenzione deve rimanere massima fin quando il virus non sarà definitivamente sconfitto, vietato abbassare la guardia.

Servizi di cronaca ed attualità nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità