Covid, +12 nuovi casi ma Virus meno “grave” con test precoci

LIVORNO- 12 soli, rispetto al giorno prima i nuovi casi Covid che tornano a scendere, può essere indizio del tempo intercorrente tra esame al soggetto e tempo di conferma, peraltro con continuo apporto di sostegno dei test sierologici con i quali se ne sono riscontrati 2.

2 i decessi, 30 le guarigioni, 10 mila e 47 i casi riscontrati sin’ora, il 72,4% dei quali guariti, il 9,6% dei quali deceduti.

I due estremi col tempo tendono a venirsi incontro perché i nuovi casi non vanno oltre il margine dello 0,1% in dato aggiornato.

I positivi attualmente sono ancora scesi, siamo a 1766, di questi ben 1569 in isolamento domestico a casa perché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, scende sotto l’asticella del numero 200 il numero dei ricoverati, 197 per l’esattezza e di questi sono 40 quelli in terapia intensiva.

2 i deceduti, 1 a Firenze e l’altro a Livorno, con un età media di 76 anni.

I nuovi casi invece provengono in gran parte dall’area metropolitana di Firenze, +9, 1 solo caso invece è stato riscontrato Livorno, Lucca e Siena, zero altrove.

Il progredire del tempo permette, grazie ai dati analizzati dall’Ars, l’Azienda Sanitaria Regionale, di avere un quadro più chiaro del Virus. La quantità di tamponi e l’apporto dei test sierologici permette di vedere meglio l’iceberg e non solo la punta. Il Virus non sta perdendo la sua aggressività, non è al momento dimostrato scientificamente, ma è invece possibile affermare che l’80% dei nuovi casi sono stati riscontrati testando asintomatici o lievemente sintomatici. In pratica una larga fetta della popolazione colpita dal virus riesce a reggerlo. La percentuale dei ricoveri in Toscana riguarderebbe il 10% dei casi e il tasso di accrescimento si muove su un range che non oltrepassa il segmento 0,1-0,5% per un indice di mortalità che si sta abbassando. Questo perché, se da un lato non è possibile affermare il calo di aggressività del Covid, dall’altro si può dire che una maggiore conoscenza e utilizzo delle terapie che hanno impatto se usate nei tempi opportuni rispetto all’evolvere della malattia, permette ai soggetti di non peggiorare il proprio stato clinico.

Sono 1.011 i deceduti dall’inizio dell’epidemia Covid cosi ripartiti: 367 a Firenze, 141 a Massa Carrara, 134 a Lucca, 85 a Pisa, 79 a Pistoia, 58 a Livorno, 45 ad Arezzo, 45 a Prato, 29 a Siena, 20 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Ne parliamo nei nostri notiziari che possono essere seguiti in contemporanea su cellulare o smartphone con la diretta di Live Tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità