Deciso peggioramento del meteo da nord ovest

FIRENZE - Prosegue il maltempo con un deciso peggioramento dal nord ovest;  per questo la sala operativa della protezione civile della Regione Toscana ha emanato un codice arancione per temporali forti, associato a rischio idrogeologico idraulico del reticolo minore, dalle ore 18 di oggi, giovedì 4 giugno, fino alle ore 4 del mattino di venerdì 5 giugno. Le aree interessate sono quelle centro settentrionali della regione. Inoltre esteso il codice giallo per vento sempre fino alle 4 di domani, venerdì, per le zone centro meridionali, ed emesso altro codice giallo per mareggiate, dalle ore 18, fino alle 2 del mattino di venerdì, per le isole dell’Arcipelago.

Peggioramento dunque con piogge sparse, più frequenti sulle zone settentrionali. Un ulteriore deciso peggioramento fra il tardo pomeriggio e la sera con temporali anche di forte intensità, in trasferimento dalle zone di nord-ovest al resto della regione in serata-nottata, accompagnati da forti colpi di vento e grandinate. Per il resto della giornata di domani, venerdì, locali rovesci o temporali sulle zone interne e a ridosso dei rilievi, colpi di vento e grandinate occasionali. Sempre per oggi e durante la notte (fino alle 6 di domani, venerdì), vento forte meridionale su gran parte della regione. Dal pomeriggio di domani vento di Libeccio-Ponente con raffiche fino a localmente forti. Mare in aumento a molto mosso, fino ad agitato sulle zone meridionali. Venerdì molto mosso in aumento in serata sul settore settentrionale.

Come fa sapere il Comune di Livorno: "La Protezione Civile comunale è allertata e segue l’evolversi della situazione"

I CONSIGLI DELLA PROTEZIONE CIVILE
In caso di forti piogge, si consiglia ai cittadini di alzare il livello della normale prudenza e di seguire le indicazioni fornite dal Comune, i canali informativi sulla viabilità, e l’evoluzione delle condizioni meteo tramite radio, TV, siti web istituzionali, e di osservare i seguenti accorgimenti:
• evitare l’attraversamento di strade inondate e sottopassi qualora appaiano allagati, in quanto la profondità e la velocità dell’acqua potrebbero essere maggiori di quanto non appaia;
• la forza della precipitazione potrebbe far uscire dalla loro sede i tappi dei tombini: fare attenzione alla circolazione anche in strade poco allagate.
• prestare attenzione a percorrere le strade dove l’acqua si è ritirata perché potrebbero esserci pericoli;
• evitare di transitare o sostare lungo gli argini dei corsi d’acqua, e sopra ponti e passerelle;
• porre barriere per evitare che l’acqua possa allagare locali posti sotto il livello stradale, come cantine e box sotterranei.

Un servizio nel nostro Tg delle 20:30 di questo giovedì 4 giugno visibile in diretta anche sulla nostra LIVE TV

 

Condividi questo articolo

Pubblicità