Ciuoffo: “I turisti arriveranno”

In collegamento durante l'edizione mattutina del nostro tg l'assessore al turismo e alle attività produttive Stefano Ciuoffo ha parlato delle opportunità e delle criticità che contraddistinguono la stagione turistica appena iniziata.

L'assessore evidenzia le difficoltà che il settore turistico dovrà affrontare a seguito delle norme anticontagio. Difficoltà che, rispetto a quanto stimato, potrebbero essersi in parte  ridimensionate. Infatti, se nei mesi scorsi si parlava di un'offerta turistica rivolta ai soli toscani, in queste ultime settimane la promozione delle attività ricettive si è estesa a tutto il territorio nazionale, con l'auspicio di richiamare anche la consueta clientela dal nord Europa.

Ciuoffo

La forza della Toscana

Ciuoffo parla chiaramente di una certezza di rilancio del settore. Infatti, se in prima battuta il turismo ha pagato lo scotto maggiore, la ripartenza non è in discussione. Le attrattive della regione sono moltissime, i patrimoni culturali, ambientali ed architettonici toscani chiamano turisti e visitatori in ogni mese dell'anno. Queste qualità del nostro territorio e della nostra storia, di concerto con la tenuta sanitaria del nostro sistema che rafforza la fiducia che i visitatori ripongono nella regione, saranno le fondamenta da cui gli imprenditori del settore dovranno iniziare a costruire il futuro del turismo in Toscana. E la risposta degli addetti ai lavori non si è fatta attendere. Infatti l'80 percento delle attività ricettive ha riaperto, nonostante la mancanza di sicurezze e di garanzie.

Ciuoffo

Eventi

L'assessore lo dice forte e chiaro. Gli eventi non devono essere fermati, rappresentano una delle attrazioni del territorio. Devono però essere organizzati con prudenza, nel totale rispetto delle norme di sicurezza. Compito che spetta alle amministrazioni locali, avendo la Regione lasciato loro ampio margine di manovra.

Stefano Ciuoffo sulla destagionalizzazione del turismo

Secondo gli esperti una delle strategie per uscire dalla crisi di settore è quella di "destagionalizzare" l'offerta turistica. Di non contingentarla cioè ai soli mesi estivi; magari attraverso proroghe delle concessioni. Per Stefano Ciuoffo la Toscana "è bella in ogni suo angolo" e in ogni periodo dell'anno. E quindi, secondo l'assessore, la destagionalizzazione è una possibilità concreta, a patto però che a farne le spese non sia la scuola. "La scuola deve essere la priorità, la scuola viene prima di tutto" - conclude Ciuoffo.

Segui i nostri servizi anche online sulla live-tv dedicata.

 

 

Condividi questo articolo

Pubblicità