Disponibile il listino per le pubblicità elettorali REGIONALI 2020

Nube acre a Venturina per incendio, rientrano a casa 58 famiglie

VENTURINA – Una Nube maleodorante che è costata una nottata fuori casa e solo dopo l’ampia bonifica operata dai Vigili del Fuoco ha permesso il rientro a casa di 147 persone.

L’incendio, divampato nel primo pomeriggio dello scorso 3 luglio, ha provocato la completa distruzione di un gran bazaar cinese, il Jia Jia Mai.

Rogo che ha provocato la completa distruzione della struttura e provocato alcune ferigioni, lievi per fortuna, subite dagli stessi addetti del fabbricato.

A distanza di un giorno sono ancora al vaglio i controlli per capire la natura scatenante dell’incendio e si cerca di capire se vi sono relazioni con un analogo sinistro subito dalla stessa attività nel mese di dicembre 2019.

Quanto vi era all’interno, tra merce e logistica è andato distrutto e la combustione dei vari materiali presenti ha provocato il sollevarsi di una intensa e acre nube divenuta un’alta colonna di fumo che ha reso necessario far evacuare 147 persone, 58 famiglie su ordinanza del sindaco Ticciati dietro indicazioni di Arpat e Asl.

Per una intera giornata si è verificato il gesto solidale di parenti, amici e per 15 di questi sfollati provvisori, l’ospitalità presso due strutture ricettive che hanno dato la loro disponibilità.

La rapidità di intervento da parte dei mezzi dei vigili del fuoco divisi in squadre per un totale di circa 30 elementi, ha permesso di avere ragione delle fiamme e di evitare che l’incendio potesse propagarsi alle abitazioni vicine.

Più lunga l’attesa che la nube andasse man mano scemando e l’aria potesse riacquistare una sua respirabilità.

Solo dietro le indicazioni di cessato pericolo anche dal punto di vista tossicologico, le persone evacuate hanno fatto rientro alle loro abitazioni.

A prestare soccorso i mezzi della Croce Rossa e della Misericordia locali

Il bilancio finale da parte dei danni è ancora difficile poterlo quantificare ma è sicuramente ingente mentre per quanto riguarda le persone, una decina quelle lievemente intossicate, quattro quelle che hanno dovuto ricorrere a cure mediche, fortunatamente danni lievi, due dipendenti della azienda cinese e due vigili del fuoco intervenuti per le operazioni di spegnimento dell’incendio.

La questione legata alla nube e al fatto che le sostanze bruciate e volatili possano avere attecchito sui prodotti agricoli dell’area circostante sarà verificato per decidere della necessità di emettere adeguate ordinanze nel merito.

Ne parliamo nei nostri notiziari che possono essere seguiti su smartphone e cellulare in contemporanea con la diretta di live tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità