Tuscany Hall, parte la “corsa” di Giani

FIRENZE - Non è un Deja vu, il Tuscany Hall doveva essere già il trampolino di lancio ufficiale della campagna elettorale alla presidenza della giunta regionale di Eugenio Giani, attualmente Presidente uscente del Consiglio Regionale, ma l'appuntamento fissato per il 9 marzo ha poi subito il fermo imposto dal lockdown e solo quattro mesi dopo può ripartire.

Non sono stati però quattro mesi inoperosi per Giani "l'aggregatore". Il Presidente si è prodigato a lungo e se a marzo aveva già intorno a se una ventina di sigle in appoggio, è riuscito a coagularle in 6 insiemi che adesso formano la forza di spinta per accompagnarlo alla sfida elettorale.

Dal PD ad Italia Viva, passando da Sinistra Civica Ecologista, Verdi, Svolta, Orgoglio Toscano e con "finestre" ancora aperte per creare una linea compatta e coesa per impedire l'arrivo delle "ruspe" del centro-destra.

Giani ha disteso il suo programma utilizzando parole che dovranno poi segnare la sua scelta di percorso: "green economy", più attenzione al sociale e alle fasce più deboli, una Sanità ancora più dedicata al territorio, migliorata nelle sue strutture e comunque apprezzabile per come ha gestito l'emergenza Coronavirus rispetto ad un altro modello, quello lombardo, più volte ripetuto come un mantra in sede di consiglio regionale dagli avversari più ostici, quelli della Lega e del centro-destra in generale.

Giani promette un impegno assiduo nel velocizzare la messa in moto della attuazione delle Grandi Opere che coinvolgono la Toscana, e dal Tuscany Hall aggiunge anche un ampliamento della Fi-Pi-Li e dell'Autopalio a gestione diretta della regione, Una Tuscany nella quale esista una sorta di "IRI" regionale che sostenga le piccole e le medie imprese e le aiuti davvero a riprendere fiato.

Un ambiente che vada incontro ad una forma di controllo più diretto di beni preziosi come l'acqua e una nuova politica nella quale saper bene intendersi con i soggetti privati ma privilegiando la presenza della quota pubblica.

Un quadro più completo sarà possibile sentirlo nel servizio di approfondimento che manderemo su granducato prossimamente mentre una sintesi sarà già possibile seguirla nei nostri notiziari visibili anche su cellulare in contemporanea con la diretta di Live Tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità