Disponibile il listino per le pubblicità elettorali REGIONALI 2020

Rapina a portavalori, proseguono le indagini

LIVORNO - Proseguono le indagini sulla rapina al furgone portavalori vicino all’ufficio postale di via Settembrini a Livorno, avvenuto intorno alle 7.20 di lunedì 27 luglio.

L’azione è stata rapidissima, il furgone blindato della Mondialpol, con a bordo due guardie di sicurezza esperte e preparate, stava percorrendo la via quando una volta giunto a destinazione, ad attenderlo c’era un’auto fuoristrada di colore verde parcheggiata. Dal mezzo sono usciti due uomini, stando alle prime indiscrezioni, con carnagione olivastra ed accento spagnolo, che con mascherina chirurgica sul volto ed un cappellino tipo baseball, hanno puntato le armi, una pistola revolver ed un fucile kalashnikov contro le guardie:”Zitti o spariamo”, la minaccia.

I rapinatori si sono fatti consegnare il sacco contenente 100mila euro per poi rientrare in auto, tenendo sempre sotto tiro le guardie, prima di scappare direzione sud, a bordo di un suv Toyota Rav verde che non è da escludere possa essere stato rubato per il colpo, per poi abbandonarlo da qualche parte. Una delle due guardie, 54enne, sotto choc è stato trasportato al Pronto Soccorso di Livorno da un’ambulanza della Misericordia di Antignano.

Pensare che l’assalto al portavalori si è svolto in neppure 20 secondi e per questa grande rapidità di esecuzione l’ipotesi è quella che possa trattarsi di una banda di professionisti. Il colpo infatti è stato studiato nel dettaglio, eseguito proprio nel giorno di paga delle pensioni agli uffici postali quando il furgone portavalori viene caricato con più soldi.

Ovviamente è scattato subito il piano antirapina con l’avvio delle ricerche e l’allestimento di posti di blocco. Del caso, dopo il primo intervento delle volanti della Polizia, se ne sta occupando la squadra mobile diretta dalla dottoressa Valentina Crispi. Ci sono precedenti nel Paese di bande di criminali sudamericani che si spostano dal Nord Italia per assaltare portavalori.

Servizi di cronaca nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità