Coronavirus a +61, in vigore nuove disposizioni DPCM

FIRENZE- Coronavirus e 'Fase 3', le misure per fronteggiare l’emergenza in vigore fino al 7 settembre .

Emergenza che torna a lievitare e nel bollettino di aggiornamento per la Toscana chiude a +61, in maggioranza giovani. Del totale un cluster a Carrara è già stato isolato e se ne è già parlato in altro servizio.

In pratica un crescendo in un solo giorno dell’11,6%. Poi ci sono i casi registrati di coloro che rientrano dalle vacanze all’estero o che si spostano nella sola Toscana ed hanno la sfortuna di incappare in aree dove c’è particolare circolazione di turismo di varia provenienza.

Riassumendo, Massa +17, Arezzo +10, Pisa +8, Lucca+7, Firenze e Livorno +4, Grosseto, Pistoia e Siena +2

Bene che non ci siano decessi, in Terapia intensiva ce né 1 solo e le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti covid negli ospedali della regione rimangono ancora in 15, stabile.

Tutti i casi nuovi da coronavirus registrati fanno parte della categoria di coloro che vengono destinati a rimanere in isolamento in casa

Intanto in materia di contenimento e gestione dell’emergenza COVID-19 entrano in vigore da questo 9 agosto le disposizioni del nuovo DPCM emanato in sostituzione del precedente e che ha sancito la proroga dello stato di emergenza al 15 ottobre 2020.

Sono confermate praticamente tutte le misure già validate in precedenza e che riguardano la mobilità, i negozi, le palestre, le attività sportive, bancarie, ricreative, riguardo le misure igienico-sanitarie di prevenzione raccomandate per tutti , tra le quali il distanziamento personale e le mascherine, il divieto di assembramento e le limitazioni alla mobilità in casi particolari.

Tra le novità che scatteranno il 1 settembre la partecipazione del pubblico ad eventi sportivi di minore entità e il via libera alle manifestazioni fieristiche e ai congressi

Per quanto riguarda gli spostamenti da e per l’estero vengono ben precisati gli Stati per i quali sono previsti divieti con conferma degli adempimenti necessari in caso di entrata in Italia, sanciti anche da recenti provvedimenti del Ministero della salute, ricordando sempre l’importanza di tenere in considerazione anche le disposizioni fissate da ogni singola regione.

Ne parliamo anche nei nostri notiziari che possono essere seguiti su smartphone e cellulare in contemporanea con la diretta di Live Tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità