Le discoteche non riapriranno: respinto il ricorso

Rimangono severe le restrizioni per le discoteche. Il Tar dice no al ricorso mosso dalle associazioni di categoria all'ordinanza ministeriale che prevede lo stop  immediato di tutte le attività che possono creare assembramenti in discoteche e sale da ballo. La decisione è nata in seguito alla riunione di domenica 16 tra i due ministri Speranza e Pautanelli  ed i presidenti delle regioni.

La Silb Filp, associazione italiana imprese di intrattenimento da ballo e di spettacolo, ha subito commentato la decisione del Tar, affidandosi alle parole del suo presidente, Maurizio Pasca.

"Fino al 7 settembre staremo chiusi e così prolifererà l'abusivismo. Siamo gìà in possesso di centinaia di video di feste abusive in ville che sfuggono ad ogni controllo." - afferma Pasca, che comunque non vede solo aspetti negativi nella decisione del Tar - "La tutela della salute è stata ritenuta prevalente, ma è stato anche riconosciuto il danno subito. Motivo per cui il giudice monocratico ha rimandato la decisione finale a quello collegiale, per il 9 settembre"

discoteche

E', inoltre, in programma per oggi 19 agosto un incontro tra Maurizio Pasca ed il ministro dello sviluppo economico Stefano Pautanelli. Una riunione per fare il punto della situazione sugli aspetti economici legati alla chiusura delle discoteche.

Aggiornamenti nei nostri notiziari, sempre visibili online sulla Live-Tv di Telegranducato

Condividi questo articolo

Pubblicità