Torna il medico della scuola (come in passato)

E' ufficiale: in Toscana torna il medico della scuola. Il presidente Enrico Rossi infatti ha firmato una nuova ordinanza (leggi qui) che ripristina un servizio ormai accantonato.

Adesso infatti ogni azienda sanitaria dovrà ricercare specifiche professionalità mediche per le scuole. Si tratta di quasi 500 realtà diverse (460 per l’esattezza sono le istituzioni scolastiche nella nostra regione) che contano 2600 plessi. Si torna dunque al passato, quando esisteva in Italia un sistema di sicurezza sanitaria della scuola.

Nuove possibilità per i medici

Potranno partecipare alle selezioni laureati in medicina iscritti all’ordine anche non in possesso di specializzazione e medici in quiescienza. L’elenco dei candidati dovrà essere disponibile entro il mese  di settembre. Con il personale medico individuato verranno stipulati specifici contratti libero professionali per la durata di tutto l’anno scolastico.

Il medico della scuola previsto dal governo

Il provvedimento è previsto  dai protocolli del Ministero dell’istruzione in vista dell’apertura dell’anno scolastico. Ma dalla Regione si mette in evidenza che la nuova ordinanza risponde anche alla necessità di un ulteriore rafforzamento della sanità territoriale, fondamentale – si legge - per affrontare l’emergenza tuttora in corso.

Con questa azione, secondo il presidente della Regione sarà possibile acquisire un quadro delle risorse professionali disponibili per assicurare la più larga copertura possibile alle esigenze di sicurezza sanitaria delle scuole.

Un servizio anche in diretta nei nostri telegiornali.

 

 

Condividi questo articolo

Pubblicità