Industria: trattativa tra Jsw e Fincantieri

Sembra aprirsi una nuova prospettiva per il sito industriale di Piombino. Dallo spegnimento dell’altro forno nel 2014 sta vivendo un periodo di crisi che interessa tutto il territorio cittadino, principalmente a livello occupazionale. Le società italiane del gruppo Jindal  hanno infatti avviato una trattativa con Fincantieri, l’azienda pubblica leader della cantieristica navale. Sul tavolo delle trattative la possibilità di destinare alcune aree all’interno del polo piombinese proprio alle attività di cantieristica nautica e alla produzione di grandi moduli cellulari in cemento armato per le infrastrutture marittime. Al vaglio delle parti interessate anche la possibilità di dedicare alcune aree del complesso alla costruzione di traghetti e di mezzi dedicati al dragaggio ambientale e al ripristino e pulizia dei fondali portuali.

 

trattativa

 

Un insieme di iniziative finalizzate a sfruttare il potenziale del sito, che riveste una importanza significativa sia per il tessuto industriale nazionale, ma soprattutto per il territorio di Piombino e per i suoi abitanti.

Ad oggi infatti sono quasi duemila i dipendenti in cassa integrazione che, nonostante l’impegno delle istituzioni, sono ancora a chiedere a gran voce il ripristino delle normali condizioni lavorative. Un ritorno alla normalità che secondo quanto potrebbe definirsi con questa trattativa non sarà più legato alla sola produzione siderurgica.  Infatti l'obiettivo è quello di diversificare gli ambiti di competenza per attrarre investitori nella creazione di un complesso innovativo.

Enrico Rossi commenta la trattativa

trattativa

Trattativa commentata anche dal Enrico Rossi, presidente uscente della Regione, che molto si è impegnato per risolvere la questione. “La Presidenza della Regione non solo ha lavorato per favorire il confronto tra questi importanti gruppi industriali, ma è certa che l’impegno regionale continuerà anche nella prossima legislatura dove sarà finalmente possibile cogliere i frutti di tutti gli sforzi pubblici e privati."

Aggiornamenti nei nostri notiziari, sempre visibili sulla Live-Tv di Telegranducato

Condividi questo articolo

Pubblicità