Coronavirus: Pisa, verso ‘orario corto’ per movida

PISA - Una stretta sulla movida a Pisa, con chiusura dei locali alle 23 e possibili contingentamenti nelle piazze più frequentate, per contenere l'impennata di contagi che si registra in città. E' quanto annunciato dal sindaco di Pisa Michele Conti con un videomessaggio su Facebook. Nei prossimi giorni Conti firmerà un'ordinanza "per la chiusura alle 23 dei pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande presenti in piazza delle Vettovaglie, lungarno Mediceo, lungarno Pacinotti, piazza Garibaldi, via delle Case Dipinte", ovvero il cuore del centro storico. Il provvedimento inoltre, che entrerà in vigore prima del prossimo week end, prevede anche "il ripristino della Ztl serale e notturna sui Lungarni allo scopo di disincentivare la sosta selvaggia e gli episodi di velocità sostenuta in zone frequentate prevalentemente da pedoni, la possibilità di contingentare gli ingressi in piazza delle Vettovaglie e in piazza Sant'Omobono (dove si concentra il più alto numero di locali, ndr) e l'incremento dei controlli sull'uso della mascherina e sul rispetto del distanziamento sociale in pubblico, anche secondo le direttive concordate in sede di comitato provinciale per la sicurezza e l'ordine pubblico". "Se qualcuno non l'ha ancora capito - ha osservato Conti - questo è il momento della responsabilità, del buon senso e anche di cambiare le nostre abitudini". Infine, ha reso noti i numeri dell'andamento dei contagi: "Dai primi giorni di ottobre ad oggi il numero delle persone in isolamento è salito vertiginosamente e oggi contiamo 255 persone positive. Anche il numero delle persone ricoverate ha ripreso a salire modo più graduale: dai 12 pazienti ricoverati il primo ottobre siamo passati ai 24 di oggi".

Servizi di cronaca nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità