Aeroporto Galilei: crollo dei passeggeri e dimezzati i voli

PISA - Aeroporto Galilei: crollo dei passeggeri e dimezzati i voli. Se le preoccupazioni sanitarie legate al contagio sono crescenti non sono da meno le preoccupazioni economiche correlate alla diffusione del covid a Pisa. Alla semichiusura della città soprattutto nel week-end e nelle ore serali e notturne corrisponde una semichiusura dell’aeroporto Galilei. Per la stagione invernale programmata per quest'anno da Toscana Aeroporti SPA, Ryanair taglia il 50% delle rotte e le altre compagnie dimezzano la frequenza dei collegamenti.

comune e toscana aeroporti, trovato accordo

 

E’ una delle principali conseguenze del crollo dei passeggeri di questi mesi. Certo, il turismo è ormai ridotto al minimo e lo sanno bene gli operatori di piazza dei Miracoli e delle strade limitrofe, i titolari di hotel e di strutture di accoglienza in genere. E anche i viaggi d’affari o per lavoro sono ridimensionati notevolmente da marzo. Se a questo si aggiunge la crescita esponenziale dei contagi in tutta Italia e, prima che nel nostro paese, nei paesi vicini e in Europa in genere, il conto è presto fatto. In pochi si muovono e in pochissimi usano l’aereo e la ripresa non s’intravede ancora per niente. Da qui la decisione di alcune compagnie di ridurre i collegamenti tra lo scalo della città della torre e gli scali nazionali e internazionali. Le preoccupazioni per lavoratori del settore e i sindacati ovviamente si fanno sentire.

Un servizio specifico è stato realizzato dalla nostra emittente inserito anche nel nostro telegiornale e visibile sulla nostra Live Tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità