Ora solare, cambio dell’ora questa notte, ultima volta?

LIVORNO- Anche quest’anno si torna all’ora solare, quindi si riporta indietro di un ora le lancette dell’orologio, ulteriore microfatica che tende a scomparire dal momento che cellulari e smartphone hanno applicazioni correttive già programmate nel merito.

Ora solare, quella dettata da madre natura ed ora legale, quella inventata dall’uomo, ma perché poi?

Molti raccontano la leggenda che fosse stata una trovata di Benjamin Franklin in visita in Francia al tempo in cui venne siglata l’indipendenza degli Stati Uniti dall’Impero Britannico.

Rispetto alle sue abitudini notò che i francesi si svegliavano più tardi e lui doveva aspettare per fare colazione per cui scrisse una lettera al sovrano chiedendogli per cortesia di far suonar ele campane a stormo un ora prima rispetto alle abitudini parigine, ma è una History Fake.

L’ora legale in realtà venne introdotta provvisoriamente nel corso della Grande Guerra a titolo di risparmio energetico per le industrie che producevano a fini bellici.

Stessa cosa avvenne durante il secondo conflitto mondiale e l’Italia, sempre più in affanno si vide l’orario spostato sempre più in avanti, anche di due ore.

La pratica ad adottare l’ora legale e rimettere costantemente l’ora due volte l’anno viene adottata dall’Italia, in crisi energetica, nel 1966, ma solo per quattro mesi, anzi meglio sei come venne deciso poi nel 1981.

Il risparmio energetico diventa poi una questione Europea e dopo gli accordi di Maastricht viene deciso di sincronizzare tutti insieme gli orologi e quindi, dal 1996 l’Unione Europea segue lo stesso movimento di passaggio ora legale e ora solare in modo identico, l’ultima domenica di marzxo e l’ultima domenica di ottobre.

Col nuovo millennio sono stati dedicati molti studi in proposito per capire se questo passaggio da ora solare a ora legale e ritorno avesse più pregi o più difetti sotto molti punti di vista.

Detto questo eccoci arrivati alle soglie del 2021 quando gli stati dell’Unione Europea saranno chiamati a decidere ufficialmente se mantenere in modo permanente l’ora legale o l’ora solare.

I paesi del sud Europa avrebbero indicato la preferenza ad adottare per sempre l’ora legale e su questo tema al momento solo la Francia ha deliberato in proposito.

L’ipotesi più probabile, anche per evitare un mosaico di orari diversi è che si faccia tutti così e anche l’Italia entro l’ultima domenica di marzo del 2021 dovrà prendere la decisione finale

E chissà che non si arrivi in ritardo anche su questo, in ritardo di un ora.

Ne parliamo nei nostri notiziari che possono essere seguiti su cellulare o smartphone in contemporanea con la diretta di Live TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità