Bimbe in rosa a Palazzo Civico per Protocollo Intesa

LIVORNO – Bimbi e bimbe, nella tradizione dialettale e culturale toscana un modo per indicare con affetto persone lontano dall’età anagrafica ma vicino col cuore.

Non c’è padre o madre toscano che non si rivolga ai propri figli indicandoli come propri bimbi.

La città vista come una grande mamma e per questo sono saliti alla cronaca i celebri bimbi motosi, ragazzi si, ma bimbi è un altra cosa.

Oltre ai bimbi, in senso neutro, ci sono anche le bimbe e qui occorre precisarne il genere di appartenenza.

Ecco allora come spiegare il significato delle bimbe in rosa, ricevute nella Sala delle Cerimonie di Palazzo Civico dal Sindaco di Livorno Luca Salvetti.

Non tutte, le norme non permettono assembramenti, quindi una delegazione.

Le bimbe in rosa sono la ben nota associazione composta da donne di qualsiasi età con problematiche legate al tumore al seno e che affrontano questo disagio che colpisce nel profondo io dell’essere donna, con il praticare lo sport della canoa.

A bordo del loro Dragon Boat si applicano su una tipologia sportiva che lo stesso ordine dei medici indica come molto appropriata per questo tipo di patologia.

Il sindaco ha accolto così questa delegazione formata dalla rappresentante delle bimbe in rosa Rita Soldini, accompagnata dal Presidente del Canoa Club di Stagno Alessandro Pagni, club al quale sono collegate le bimbe del Dragon Boat.

A sostenere bimbe e club anche l’attenzione del Comune di Collesalvetti perché è nella frazione di detto comune che è posta la sede, qui rappresentato dall’assessore allo sport Roberto Menicagli e a chiudere a nome dello sport remiero, della sua tradizione sportiva e storica che è alla base del passato della città di Livorno, Maurizio Quercioli.

Proprio con il Presidente del Palio Marinaro e le Bimbe in Rosa è stato firmato un protocollo d’intesa che prende l’impegno di costituire una serie di eventi che con l’appoggio dei due Comuni possa dare spazio e rendere partecipi le bimbe nel mondo remiero livornese.

Ne parliamo nei nostri notiziari che possono essere seguiti in contemporanea su cellulare o smartphone con la diretta di Live Tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità