Università di Pisa: riaprono in sicurezza altre due aule

PISA - Da lunedì 2 novembre torneranno disponibili, per le studentesse e gli studenti dell’Università di Pisa, altre due aule studio al chiuso, una all’interno del Polo Fibonacci (40) e l’altra nel Polo Pacinotti (46), per un totale di 86 posti. E presto ne arriverà una terza, a Palazzo Ricci, con altre 50 postazioni. Salgono così a 6 le aule studio riaperte in sicurezza dall’Ateneo, per un totale di 284 posti disponibili esclusivamente su prenotazione solo nelle 24 ore precedenti l'utilizzo. I 46 posti della nuova aula studio del Paolo Pacinotti saranno prenotabili utilizzando l’agenda già attiva sul sito unipi.

Come per quelle attivate il 30 settembre scorso, anche in questo caso ogni studente potrà occupare una postazione al giorno, usufruendo di due slot: 8.30-13.30 e 14.00-19.00, con mezz’ora di pausa per consentire la sanificazione a metà giornata al fine di garantire la massima sicurezza degli studenti e il ricambio degli utenti tra mattina e pomeriggio.
Su ogni postazione sarà a disposizione il QR Code del sistema Signs che permetterà agli studenti di sapere se un posto è già stato occupato, nella stessa mezza giornata, da qualcun altro e quindi non più utilizzabile fino alla sanificazione successiva.
«La riapertura di queste nuove aule studio al chiuso è stata una decisione delicata, ma necessaria – ha commentato il Rettore Paolo MancarellaCon l’inizio delle lezioni era fondamentale dare una risposta alle nostre studentesse e ai nostri studenti, ai quali vorrei dire che comprendo bene il loro disagio, ma con l’aggravarsi dell’emergenza era doveroso prendere tutta le misure necessarie per tutelare la loro salute. Anche per questo, mentre lavoriamo già all’apertura di ulteriori spazi, mi preme invitarli a proseguire nei comportamenti consapevoli e rispettosi delle misure previste dai nostri protocolli di sicurezza, così come stanno già facendo».
Rimangono sempre attive, infine, anche le “aule studio verdi”, ma in questo caso non sarà più necessaria la prenotazione.

Sono stati eletti i nuovi direttori di 17 dei 20 dipartimenti dell'Università di Pisa

Entreranno in carica il 1° novembre per il quadriennio 2020-2024

Sono stati eletti negli scorsi giorni i direttori dei 17 dipartimenti interessati al voto sui 20 complessivi dell'Università di Pisa. In pratica le elezioni hanno riguardato tutti i dipartimenti tranne Chimica e Chimica Industriale, Matematica, Patologia Chirurgica, Medica Molecolare e dell’Area Critica, sedi nelle quali stanno svolgendo il proprio mandato rispettivamente Lorenzo Di Bari, Matteo Novaga e Angelo Gemignani. L'elenco degli eletti, che entreranno in carica il 1° novembre per il quadriennio 2020-2024, è il seguente:
- Biologia: Massimo Dal Monte
- Civiltà e Forme del Sapere: Simone Maria Collavini
- Economia e Management: Luca Spataro
- Farmacia: Maria Letizia Trincavelli
- Filologia, Letteratura e Linguistica: Roberta Ferrari
- Fisica: Dario Pisignano
- Giurisprudenza: Francesco Dal Canto
- Informatica: Vincenzo Ambriola
- Ingegneria Civile e Industriale: Maria Vittoria Salvetti
- Ingegneria dell'Energia, dei Sistemi, del Territorio e delle Costruzioni: Rocco Rizzo
- Ingegneria dell'Informazione: Andrea Caiti
- Medicina Clinica e Sperimentale: Stefano Taddei
- Medicina Veterinaria: Francesco Paolo Di Iacovo
- Ricerca Traslazionale e Nuove Tecnologie in Medicina e Chirurgia: Aldo Paolicchi
- Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-Ambientali: Marcello Mele
- Scienze della Terra: Luca Pandolfi
- Scienze Politiche: Vincenzo Calabrò

Nella stessa tornata elettorale sono stati rinnovati diversi presidenti di corsi di studio, di scuole di specializzazione e di corsi di dottorato di ricerca in scadenza.
Le procedure elettorali, che sono state tenute in alcuni casi in presenza, in altri a distanza o anche in modalità mista, sono state coordinate dall'Unità elettorale e costituzione strutture universitarie della Direzione legale.

 

Servizi di cronaca nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità