Arrestati a Livorno due coltivatori di marijuana

LIVORNO - I Carabinieri di Livorno, hanno arrestato due livornesi di 32 e 53 anni, in quanto sono stati scoperti a “prendersi cura” di piante di marijuana, che per attitudine e modalità di coltivazione possono produrre sostanza stupefacente da destinare allo spaccio.
I Carabinieri, insospettiti da alcuni movimenti anomali, hanno predisposto appositi servizi, volti al contrasto alla produzione e spaccio di stupefacenti, nella zona di Via della Rosa dei Venti.
Una volta certi della presenza di attività illecite, i militari hanno fatto irruzione prima nel domicilio del 32enne, trovato in possesso di circa 750 grammi di marijuana più 3 piante dello stesso tipo di stupefacente, ancora invasate e interrate nell’area antistante il proprio giaciglio dopodiché nel fondo limitrofo, domicilio di un 53enne livornese, dove sono state trovate 42 piante di marijuana in essiccazione, 59 piante di marijuana invasate e ancora verdi, numerose dosi di marijuana suddivise tra bustine, involucri di plastica e vetro; strumentazione utile alla coltivazione in ambienti chiusi, quali ad esempio lampade alogene e ventilatori; 5 involucri contenenti sostanza stupefacente del tipo hashish; diversi contenitori con semi di cannabis e circa 6000 euro in contanti.

Arrestati

I due soggetti incensurati e non ancora noti alle Forze dell’Ordine, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.
Sul posto è intervenuta anche la polizia municipale per l’occupazione abusiva delle aree interessate e per il furto di energia elettrica delle lampade che servivano alla cura delle piante.

Arrestati

Servizi di cronaca nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità