Livorno-Pontedera 0-0. Heller:”Prossima settimana sistemeremo tutto”

LIVORNO - Un minuto di silenzio in ricordo di Diego Armando Maradona. Partiamo da qui per raccontare un misero 0-0 tra Livorno e Pontedera. Una partita sottotono, priva di emozioni ma soprattutto con soltanto un paio di tiri in porta da entrambe le parti. Un derby, il terzo consecutivo per il Livorno, il primo non perso considerando l'1-0 inflitto dal Grosseto all'ultimo secondo dello scorso weekend ed ancora prima il 2-1 della Carrarese al Livorno.

Mare mosso, molto mosso nelle file amaranto, giocatori demoralizzati che sembrerebbero aver perso quella lucidità e grinta che avevano ad inizio stagione, uno su tutti, Davide Agazzi che fino ad un paio di settimane fa era sempre tra i migliori in campo. Agazzi, guarda caso proprio lui che insieme a Murilo, Marsura e Porcino hanno chiesto lo svincolo a seguito del mancato pagamento della messa in mora. Era prevedibile, con il passare delle giornate ed il continuo rimandare della società, in primis in fatto di stipendi (discorso che vale per tutti i dipendenti, per il settore giovanile, per i rimborsi ai collaboratori), nemmeno la cura Dal Canto sembra funzionare più.

Le dichiarazioni del presidente Heller

Contro il Pontedera erano presenti i soliti; Mariani, affiancato da Lamanna, Verdolini, Aimo e poi c'era lui, il presidente Giorgio Heller, la sua prima allo stadio nel post guarigione da Covid:"Io sono il presidente del Livorno Calcio - sottolinea Heller - non Carrano quindi il mio dovere è quello di sollecitare tutti i soci ma non sono io che verso i soldi. Il mio compito è quello di portare alla risoluzione di tutti i problemi, urgenti per poi pensare ad un progetto solido e duraturo conseguente all'aumento di capitale. Mettere assieme tutte le esigenze di ogni socio non è affatto semplice ma confido che a valle di un lavoro enorme portato avanti in queste settimane dalla nuova dirigenza amaranto, me compreso, entro la prossima settimana dovrebbero essere portati a compimento tutti i pagamenti arretrati. E' vero - ammette Heller - sono per le più scadenze non rispettate ma non è colpa nostra ma di un'eredità pesante e sconosciuta che ci portiamo dietro".

Il riferimento è, stando alle parole dei nuovi soci, ad una presunta situazione debitoria rilasciata da Spinelli:"Purtroppo la situazione è questa. D'altro canto il socio che conosce i tempi del calcio è Spinelli, gli altri soci devono forse ancora capire che una società di calcio ha scadenze ben precise da rispettare, tempistiche diverse da quelle del codice civile - commenta Heller - così come mi preme sottolineare che non c'è alcun problema riguardo al passaggio di quote tra Sicrea e Carrano; non esiste nessuna scadenza".

Il servizio con gli highlights di Livorno-Pontedera e le parole di Giorgio Heller nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità