Giani:”Toscana arancione da domenica”

FIRENZE - "La Toscana sarà zona rossa fino a sabato, da domenica entriamo nell'arancione. Me lo ha detto il ministro Roberto Speranza, è il combinato disposto della lettura del Dpcm e dei dati che abbiamo visionato. Sabato purtroppo però ho paura che i negozi saranno ancora chiusi". Lo ha detto il governatore della Regione Toscana Eugenio Giani.

Le regole in zona arancione

Le misure del livello arancione comprendono limiti agli spostamenti. C’è il divieto di entrare e uscire da queste regioni, salvo che per spostamenti motivati da “comprovate esigenze”: motivi di lavoro, salute e urgenza. Rimangono permessi gli spostamenti “strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza”, che è consentita anche agli studenti di seconda e terza media. Si può circolare all'interno del proprio comune senza obbligo di autocertificazione. Per quanto riguarda gli spostamenti tra comuni, è vietato ogni spostamento - con mezzi di trasporto pubblici o privati - in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione. Anche in questo caso, lo spostamento è consentito per “comprovate esigenze”. Per quanto riguarda lo sport, si può fare attività motoria e sportiva all’interno del proprio comune e all’aperto: palestre e piscine rimangono chiuse.

Nelle zone arancioni, inoltre, sono chiusi bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie. Rimangono aperte mense e catering. Consentita la ristorazione con consegna a domicilio e, fino alle 22, l’asporto (con divieto di consumazione sul posto o nelle vicinanze). Possono aprire invece i negozi di tutti i tipi. Via libera anche per i centri commerciali, che però devono restare chiusi nei giorni festivi e prefestivi.

 

"Il nuovo Dpcm – aggiunge Giani - riproduce quel che c'era nel precedente, rispetto a quello però nel nuovo c'è una cosa positiva in più. Rispetto a quello, in cui per risalire le zone ci volevano 14 giorni, in questa bozza si consente anche una distanza di giorni inferiore se i dati sono buoni e il gruppo di lavoro Cts ne prende atto". Quindi, è stato chiesto a Giani, se la Toscana diventa arancione il 6 dicembre, potreste diventare gialli già il 13. "Si - ha risposto - ipoteticamente viene consentito questo".

Venerdi pomeriggio nel corso di una diretta facebook il governatore ha annunciato che nel nuovo DPCM da oggi in gazzetta ufficiale sono contenuti nuovi parametri che il CTS valuterà, criteri che se rispettati nel periodo di permanenza della regione in fascia arancione, potrebbero anticipare il passaggio  in zona gialla.

E la data ventilata sarebbe il 13 Dicembre: tutte ipotesi al momento. Saranno i dati dei prossimi giorni a fare la differenza.

 

Servizi di cronaca nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità