Carlo Azeglio Ciampi, a 100 anni dalla sua nascita

LIVORNO - Questo 9 dicembre 2020 Carlo Azeglio Ciampi, presidente emerito della Repubblica, avrebbe compiuto 100 anni. Doveroso il ricordo in primis della città di Livorno dove nacque nel 1920 e con la quale ha sempre mantenuto uno stretto legame, indissolubile. Ciampi fu presidente della Repubblica, il decimo della storia, dal 18 maggio 1999 al 15 maggio 2006, scomparso nel 2016.

L’Italia intera lo ricorda. Significative le parole dell’attuale Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: "L'idea di Patria - dice Mattarella - era per lui intimamente connessa ai principi della Costituzione e della forma repubblicana dello Stato. La sua formazione e la sua cultura gli hanno consentito di cogliere, sin da giovane, quel filo che univa gli ideali del Risorgimento al sacrificio degli italiani nella Grande Guerra e poi ai valori della Resistenza e della lotta di Liberazione".
"Nella sua attività di governo e prima alla guida della Banca d'Italia – aggiunge Mattarella - ha recato la visione di una democrazia economica e politica ispirata alla tutela delle ragioni di equità sociale, in cui corpi intermedi e forze sindacali e imprenditoriali fossero chiamati al dialogo in funzione del bene comune. Valori ed esperienze che hanno nutrito il magistero civile del suo mandato presidenziale. La lezione di vita di Carlo Azeglio Ciampi - conclude Mattarella - appartiene al patrimonio collettivo della Repubblica".

Carlo Azeglio Ciampi

Numerosi gli appuntamenti per ricordare il livornese più illustre di sempre, ovviamente in forma ridotta e contenuta causa Covid, che vedono coinvolto anche il Comune di Livorno: un 9 dicembre tutto dedicato a lui con un convegno in diretta streaming, la proiezione di un documentario e l’emissione di un francobollo commemorativo.

Negli uffici delle Poste Centrali di via Cairoli, presente per la cittadinanza il servizio filatelicoprimo giorno di emissione”, nel rispetto delle regole dettate dall'emergenza sanitaria, i concittadini di Carlo Azeglio Ciampi hanno potuto richiedere l'annullo filatelico ed avere la possibilità di acquistare prodotti dedicati.
Il francobollo è emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico su bozzetto curato e stampa del Centro Filatelico della Direzione Operativa dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e diffuso da Poste Italiane.

In contemporanea in diretta streaming sul sito web dello Spi Cgil nazionale e di quello della Toscana e sulle rispettive pagine Facebook è andato in onda il convegno dal titolo “A cento anni dalla nascita di Carlo Azeglio Ciampi” organizzato da Spi Cgil nazionale e della Toscana e Fondazione Di Vittorio con il patrocinio di Regione Toscana e Comune di Livorno. Dopo i saluti del sindaco Luca Salvetti e del segretario generale Spi Cgil Livorno Giuseppe Bartoletti, spazio alla tavola rotonda coordinata dall’editorialista dell’Espresso Bruno Manfellotto. Sono intervenuti la scrittrice Dacia Maraini, l’economista ed europarlamentare Irene Tinagli, il segretario generale della Cgil Maurizio Landini ed il segretario generale Spi Cgil nazionale Ivan Pedretti.

Nel pomeriggio sempre in diretta streaming è stato proiettato in prima visione il docufilm “Ciampi. Bella la mi' Livorno firmato da Marco Guelfi e prodotto da Spi Cgil Toscana, Rai Teche e Solaria film, dedicato al rapporto tra l'ex presidente della Repubblica e la sua città natale. Nel documentario, il cui titolo prende spunto dalla canzone di Bobo Rondelli “Bella Livorno” presente nella colonna sonora del film, la figura di Ciampi è raccontata attraverso Livorno ed ascoltando le voci di chi lo conobbe da vicino. Ci sono le interviste al figlio Claudio, al direttore del Vernacoliere Mario Cardinali, a sindaci del passato (Alessandro Cosimi) e del presente (Luca Salvetti). Al termine della proiezione il ricordo del regista Marco Guelfi e del segretario generale Spi Cgil Toscana Alessio Gramolati.

Consiglio regionale: seduta solenne in ricordo di Carlo Azeglio Ciampi

In ricordo di Carlo Azeglio Ciampi l’aula si è riunita in via telematica. Il discorso iniziale è stato di Antonio Mazzeo, presidente del Consiglio regionale della Toscana, a seguire i contributi, il ricordo da parte di Luigi Ambrosio, direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa, Emanuele Rossi, costituzionalista della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Stefano Scaramelli vice presidente del Consiglio regionale, Vincenzo Ceccarelli ex assessore della giunta Rossi Francesco Torselli di FdI.

 

Il servizio sulla seduta solenne in Consiglio e le iniziative in ricordo di Ciampi a Livorno nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità