Vaccino Moderna, prime dosi arrivate anche in Toscana

ROMA - Le prime fiale del vaccino prodotto da Moderna (47mila dosi) sono arrivate all’Istituto superiore di sanità: da lì sono state distribuite ad alcune regioni, tra queste anche la Toscana. “Noi siamo tra le regioni che hanno somministrato più vaccini anti Covid”, aveva detto il governatore Giani.

Smistamento reso possibile grazie a Poste Italiane, che tramite il suo corriere espresso Sda, nella mattina di questo mercoledì ha distribuito la prima fornitura del vaccino “Moderna” che andrà alle persone più anziane. L’azienda, che già da tempo collabora con il Commissario Straordinario, ha attrezzato 40 furgoni con celle frigo da 1.300 litri ognuna per distribuire questa prima fornitura del vaccino Moderna dall’Istituto Superiore di Sanità di Roma alle ASL ed agli ospedali interessati.

Vaccino

 

La campagna vaccinale entra quindi nel vivo ed è, per il ministro della Salute Speranza, «la vera strada per uscire da questi mesi e da questa crisi così difficile». Entro la fine di febbraio l’Italia riceverà 764mila dosi dall’azienda statunitense, che si andranno ad aggiungere a quelle garantite da Pfizer (470mila a settimana) e a quelle di AstraZeneca. A differenza di Pfizer, Moderna spedirà le dosi ogni due settimane: dopo le prime 47mila, ne sono previste per la settimana del 25 gennaio 66mila, per quella dell’8 febbraio 163mila e per quella del 22 febbraio 488mila.

 

Servizi di cronaca nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità