Covid: Toscana, c’è truffa dei vaccini proposti a domicilio

FIRENZE - La Regione Toscana segnala che le Asl hanno ricevuto da anziani informazioni che ignoti li stanno contattando via telefono per proporre su appuntamento la somministrazione di vaccini anti-Covid: è una truffa. Sono "raggiri ai danni di persone anziane, contattate telefonicamente per un appuntamento di somministrazione di vaccino anti-Covid presso la propria abitazione", scrive la Regione Toscana in una nota. Ciò "emerge in seguito ad alcune segnalazioni, pervenute alle Asl da parte degli stessi anziani contattati". "Chiunque riceva telefonate o qualora qualcuno si presenti al domicilio, proponendo questo servizio - scrive la Regione Toscana - è certamente in atto una truffa". "In Toscana, al momento, non si stanno effettuando somministrazioni di vaccino anti-Covid al domicilio di questa categoria - si aggiunge - che sarà coinvolta a partire da febbraio, nell'ambito della cosiddetta fase 2. Le Asl toscane non hanno, dunque, in corso questa attività". In futuro "sarà la Regione Toscana a informare con apposita comunicazione sull'avvio della fase 2 e sulle modalità organizzative di somministrazione del vaccino al domicilio degli anziani, che ne facessero richiesta", quindi "chiunque incorra in situazioni dubbie è invitato a non aderire ad alcuna proposta e a non esitare a contattare le forze dell'ordine o le autorità sanitarie".

Servizio di cronaca nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità