Aiuti per 25 milioni dalla Regione Toscana

FIRENZE - Nuovi bandi in arrivo e nuovi aiuti economici per le categorie che più sono state penalizzate dalle restrizioni imposte per arginare la pandemia da Covid-19. La Toscana stanzia oltre 25 milioni di euro: 11 milioni e 530 mila erano avanzati dai bandi precedenti e saranno rimessi in circolo, altri 5 milioni erano già disponibili nel bilancio regionale e a questi si aggiungono adesso 8 milioni e 600 mila euro. Aiuti destinati all’artigianato artistico, ai ristoratori (ma anche ai fornitori che stanno a monte), a chi organizza eventi e cerimonie, alle imprese dello svago o a chi, come le palestre, è impegnato nell’attività sportiva e alla filiera del turismo. Nuove e vecchie categorie dunque, con priorità per chi fino ad oggi non aveva potuto godere degli aiuti.

aiuti

“Ci siamo concentrati per lo più sulle attività della filiera turistica, allargata, intesa nel suo complesso. Questo settore è sicuramente la parte più significativa delle imprese di servizi, spesso piccole o piccolissime, che sta subendo e subirà ancora restrizioni e danni economici per via della pandemia” sottolinea il presidente della Toscana Eugenio Giani.  “Queste misure, si tratta di ristori da 2500 euro per attività – aggiunge l'assessore regionale Marras  - certo non possono essere risolutive per risollevare i fatturati delle aziende: per quello servirà altro, dovremo in futuro forse ripensare anche alcuni sistemi economici. Ma questi ristori possono alleggerire il disagio di migliaia di piccole realtà imprenditoriali, aiutandole ad affrontare alcune spese fisse e pagare le bollette”.

I bandi e la conferenza, nello specifico, in un servizio in onda nei nostri telegiornali.

Condividi questo articolo

Pubblicità