Corruzione: a San Vincenzo arriva commissario Parascandola

LIVORNO - Per garantire la provvisoria gestione del Comune di San Vincenzo il prefetto di Livorno Paolo D'Attilio ha adottato il decreto di sospensione del consiglio comunale di San Vincenzo e ha contestualmente nominato commissario prefettizio il viceprefetto Salvatore Parascandola, che opererà con i poteri del sindaco, della giunta e del consiglio. Il commissario sarà affiancato da un sub commissario con funzioni vicarie, che il prefetto ha individuato nel suo capo di gabinetto, il viceprefetto Edoardo Lombardi. La sospensione dell'organo consiliare ha efficacia non superiore a 90 giorni, in attesa dell'emanazione del decreto di scioglimento da parte del Presidente della Repubblica. Appena ieri, spiega la prefettura di Livorno, sono diventate efficaci le dimissioni, presentate il 12 marzo, del sindaco Alessandro Bandini, arrestato tre giorni prima in un'inchiesta per corruzione su appalti pubblici e per irregolarità edilizie che lo ha coinvolto insieme a 22 altri indagati.

Condividi questo articolo

Pubblicità