Seconda Pasquetta da lockdown o quasi

PISA - Seconda Pasquetta da lockdown o quasi. Il sole è quello pasquale. L’aria calda ma non troppo è proprio quella ideale per una gita fuori porta, per un pic nic sui prati o in spiaggia. Ma è la seconda pasquetta che i toscani  trascorrono quasi chiusi in casa.

Seconda Pasquetta da lockdown o quasi

Una passeggiata, da soli o con il cane, una corsetta per i lungarni pressocchè deserti o all’ombra della torre, una pedalata per le vie quasi vuote. Per il secondo anno consecutivo, la Pasquetta, i toscani, i pisani la trascorrono in famiglia, senza muoversi da casa se non per un’uscitina breve per sgranchirsi le gambe e smaltire la colomba pasquale o l’uovo di cioccolato.

Seconda Pasquetta da lockdown o quasi

Sul viso un certo senso di rassegnazione, negli occhi un po’ di tristezza, nel sorriso, appena abbozzato, la volontà di trasmettere fiducia nel futuro ma senza crederci più di tanto.

Seconda Pasquetta da lockdown o quasi

La scena sul lungomare è la stessa. Una passeggiata, una corsetta o una pedalata sotto un bel sole e un mare calmo che fa sentire la vicinanza dell’estate. In città o al mare nessun affollamento, nessun raggruppamento, tutto è rodato da tempo. Le forze dell’ordine ci sono, in particolare in piazza Duomo, ma potrebbero ormai quasi non esserci. Tutti sanno cosa fare e tutti sanno che per uscire il prima possibile da questo perenne coprifuoco è necessario rispettare le regole e armarsi di pazienza in attesa del vaccino per tutti.

Seconda Pasquetta da lockdown o quasi

La nostra emittente ha realizzato un servizio inserito nel nostro telegiornale e visibile sulla nostra live tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità