Draghi:”Vaccinare gli over 80. Pensiamo a riaperture”

ROMA - "Va ribadito che il vaccino AstraZeneca può coprire la popolazione fragile: le scelte fatte fanno riferimento ad eventi trombotici in sedi inusuali ma straordinariamente rari: 86 casi su almeno 25 milioni di vaccinati". Queste le parole del presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli.

"Ma con che coscienza ci sono persone che saltano la lista d’attesa cercando di farsi vaccinare prima pur sapendo che in questo modo si lascia esposto a rischi chi ha più di 65 anni o qualche fragilità e di conseguenza un rischio concreto di morte?", queste le parole del Presidente del Consiglio Mario Draghi rilasciate in conferenza stampa nel tardo pomeriggio di questo giovedì.

"La disponibilità dei vaccini sta risalendo e non ho dubbi sul fatto che gli obiettivi vengano raggiunti. Entro aprile tutti gli over 80 e gran parte degli over 75 saranno vaccinati - ha assicurato Draghi - La scelta di mettere in sicurezza prima le categorie più deboli sarà propedeutica anche alle riaperture. Il personale sanitario in prima linea è giusto che si vaccini ma quello che non deve accadere è che la platea del personale sanitario si allarghi, includendo anche chi non è in prima linea".

"La miglior forma di sostegno economico sono le riaperture — ha specificato Draghi - Ma devono avvenire in sicurezza". Ma per quando sono programmate le riaperture?"Non ho una data — ha precisato il premier — perché dipenderà dai dati di diversi parametri come quello dei contagi e delle vaccinazioni".

A proposito del turismo:"Non diamo per abbandonata la stagione, tutt’altro ma accoglieremo i turisti in possesso della certificazione vaccinale".

Il servizio con il riassunto della conferenza di Draghi nel corso dei nostri notiziari (20.30 e 14.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità