Riaprono alle visite la Sinagoga ed il cimitero ebraico

PISA - La città e la sua comunità ebraica sono legati da una storia millenaria, un patrimonio culturale da esplorare nei due luoghi più importanti presenti in città: la Sinagoga di via Palestro ed il cimitero ebraico di piazza dei Miracoli, che da domenica 23 maggio riaprono alle visite grazie alla collaborazione tra Coopculture e la Comunità ebraica pisana. Nella Sinagoga è possibile ammirare tra le altre cose un Aron Ha Kodesh del XVI secolo appena riscoperto e restaurato, il Parochet del 1470, e la caratteristica volta a padiglione in forma di grande vela gonfiata decorata con motivi geometrici. Nel cimitero ebraico, affascinante luogo che si affaccia su piazza dei Miracoli attraverso l'antica Porta del Leone delle Mura di Pisa, sono sepolti personaggi che hanno fatto la storia della comunità ebraica e della città: da Alessandro D'Ancona, storico e letterato che fu Sindaco di Pisa a inizio '900, a Maria di Vestea Fischmann, nel 1893 la prima donna laureata in Medicina all'Università di Pisa.

Partenze tutte le domeniche alle 10.30 e alle 11.30 per il cimitero ebraico, alle 15.30 e alle 17 per la Sinagoga. Biglietto a 4 euro per la Sinagoga (3 euro ridotto), 3 euro per il cimitero ebraico (2 euro ridotto) e 6 euro per entrambe le visite (4 euro ridotto), 1 euro diritto di prevendita. Prenotazioni obbligatorie e acquisto chiamando il numero 848082380 dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13, 0639967138 per chi chiama da estero o cellulare. Le visite si svolgono nel rispetto delle norme anti Covid e del distanziamento interpersonale.

Servizi di cronaca nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità