CIVES, ottimo il bilancio di Summer Safety

LIVORNO- Un week end dedicato alla conoscenza delle norme semplici per la sicurezza e la disponibilità ad un tampone di controllo, è la CIVES Summer Safety.

Nello spazio vicino all’Acquario cittadino la CIVES a livello nazionale ha allestito un campo suddiviso su varie tipologie di intervento.

La CIVES è un membro della Protezione Civile, pronta ad intervenire con il proprio campo mobile.

Occasione per i frequentatori di dare una occhiata ai mezzi, al personale infermieristico che si fa volontario per il prossimo, nel seguire il percorso interno ed imparare alcune semplici nozioni di pronto intervento, per se e per gli altri.

Problemi alla respirazione ma anche semplici accorgimento per gli incidenti domestici che, è bene ricordare, accadono con una elevata percentuale rispetto alla somma totale degli incidenti.

CIVES Summer Safety

Occasione anche per un tampone di verifica per appurare se si è negativi o positivi.

Certo in un periodo nel quale il numero dei vaccinati cresce fino a superare più della metà e oltre dei cittadini, sembrerebbe una premessa finale per chi è ancora in attesa e intanto controlla che tutto vada per il meglio.

Ovvio che tra coloro che si presentano ci può essere il soggetto che deve ancora vaccinarsi, oppure che è alla prima inoculazione ma a sentire gli infermieri, una buona percentuale ha già completato il ciclo delle vaccinazioni, ma allora perché controllarsi con il tampone?

Nella campagna mediatica che conosciamo oramai da troppo tempo è chiaro che l’indirizzo prioritario dell’informazione guarda al calcolo delle vaccinazioni per raggiungere la meta della immunità di gregge.

Infermieri CIVES

Passa in seconda attenzione le differenze di copertura efficiente dei vari virus ma anche guardando al migliore, la sua capacità di difesa può arrivare al 95%

Questo vuol dire, e lo ripete anche il presidente nazionale CIVES, Maurizio Fiorda, che il vaccino non è una pozione magica di totale immunità ma una efficiente armatura che copre, come detto, fino al 95%.

Una copertura quasi massimale ma rimane una piccola percentuale di possibile ricezione del virus e quindi rimanere sempre in un clima di attenzione per la propria salute e di conseguenza per quella dei vicini, familiari o amici che siano, il tampone, come la mascherina, la distanza e la sanificazione, saranno ancora elementi che faranno da compagnia alle nostre quotidianità.

Mezzi CIVES

Già si parla della possibilità di fare a meno della mascherina, magari da luglio ma il tampone durerà più a lungo e continuerà anche nel periodo autunnale, stagione per la quale ancora si teme un ritorno di ondata del covid ma si spera di poterla contenere al massimo proprio grazie alla immunità di gregge che in Toscana si calcola di poter raggiungere per la fine di settembre.

Ne parliamo nei nostri notiziari che possono essere visti anche su cellulare e smartphone in contemporanea con la diretta di Live TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità