Matteo Paroli è il nuovo segretario generale dell’Adsp

LIVORNO - E' Matteo Paroli il nuovo segretario generale dell'AdSP del Mar Tirreno Settentrionale. La proposta del presidente Luciano Guerrieri è stata approvata questa mattina all'unanimità dal Comitato di Gestione.

Laureato in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Siena, dal 2000 iscritto all’Albo degli Avvocati presso l’ordine degli Avvocati di Livorno, Paroli mette a disposizione dell'AdSP di Livorno/Piombino una lunga esperienza amministrativa e professionale. Dal 2015 ad oggi ha ricoperto la carica di Segretario Generale, prima dell’Autorità portuale di Ancona e successivamente dell’Autorità di sistema portuale del mare adriatico centrale, in seguito all’istituzione del nuovo Ente.

 

 

Dal 1995 svolge attività di docenza, seminari ed esami presso la Facoltà di Economia e Commercio, cattedra di Diritto dei Trasporti e della Navigazione e presso la Facoltà di Giurisprudenza, Dipartimento di Diritto Pubblico dell’Università di Pisa. E' attualmente docente di diritto della navigazione presso l’Università degli Studi di Macerata.

 

Per Paroli si tratta di un rientro nella Port Authority livornese, dove ha ricoperto nel corso degli anni diversi incarichi e ruoli, tra cui quello di segretario ad interim nel 2005/2007.

 

Per l’AP di Livorno ha svolto incarichi dirigenziali nei settori della rappresentanza internazionale, amministrazione e finanza, demanio, patrimonio e lavoro portuale, incarico ricoperto fino alla nomina a Segretario Generale dell’Autorità portuale di Ancona.

L'avvocato Paroli sostituirà Massimo Provinciali, al timone della segreteria tecnico-operativa dal 2011, prima a fianco del presidente Giuliano Gallanti, che lo ha fermamente voluto a Palazzo Rosciano, poi a fianco dell'ex presidente Stefano Corsini.

"Paroli si è formato in questa Autorità. La sua professionalità corrisponde in pieno alle competenze che la normativa prevede per il segretario generale" ha dichiarato Guerrieri, che ha voluto ringraziare Provinciali per "l'encomiabile lavoro svolto in questi anni".

 

"Di Provinciali ho potuto apprezzare la competenza e la dedizione quotidiana nel proprio delicato impegno. Le sue qualità umane e professionali – conclude – lo hanno reso, fin dal suo arrivo a Livorno un punto di riferimento per tutti".

 

 

Provinciali rimarrà segretario generale sino al 14 settembre del 2021 e intanto si occuperà di garantire il passaggio di consegne a favore di Paroli, che rientra nell'Ente come dirigente a partire dal prossimo 2 agosto.

 

 

"Questo è l'ultimo Comitato di Gestione di cui faccio il segretario generale - ha dichiarato Provinciali - sono arrivato a Livorno con la prospettiva di restarci soltanto quattro anni. Invece ne sono trascorsi dieci. Sono stati anni intensi, impegnativi ma sempre entusiasmanti. Andrò via con molte soddisfazioni per quanto riuscito a costruire in questi due lustri e con qualche rimpianto, com'è giusto che sia".

 

 

Provinciali ha voluto spezzare una lancia a favore del suo successore: "Paroli è un collega e un professionista di primo livello. Ha saputo mettersi in gioco anche lontano da Livorno, come ha dimostrato la sua esperienza maturata a fianco di Rodolfo Giampieri presso l'AdSP di Ancona. E' la persona giusta per affrontare le numerose sfide che attendono l'Ente nel prossimo futuro".

 

 

Il Comitato di Gestione, ancora a ranghi ridotti per la mancata nomina da parte della Regione Toscana del suo componente, ha poi affrontato altri punti all'ordine del giorno. Tra questi quella della proroga di 12 mesi delle concessioni rilasciate nei porti, in corso o scadute il 31 dicembre del 2020. La disposizione prevista dal Decreto Rilancio (art. 199, DL 34/2020), e presentata come informativa al Cdg per la presa d'atto, permette di dare un po' di ossigeno alle imprese che operano del porto.

 

 

Tra le varie questioni affrontate anche quella concernente l'individuazione del gestore unico del servizio di approvigionamento di carburante nel porto elbano di Portoferraio. La scelta è ricaduta sulla società Barontini, cui è stata assegnata una concessione annuale con decorrenza dal primo gennaio 2021.

 

 

Il Comitato di Gestione ha inoltre approvato la delibera che dispone il rilascio in favore della SOC. AGR. AGROITTICA TOSCANA S.R.L.. di una concessione con decorrenza 1° agosto 2021 e scadenza 31 luglio 2025, relativa all’utilizzo un’area demaniale marittima presso il Porto di Piombino.

 

 

Passaggio eminentemente formale, invece, quello che ha sancito da parte del Cdg la "riapprovazione" del Piano Operativo Triennale 2021-2023, già approvato a gennaio del 2021 da parte dell'allora n.1 di Palazzo Rosciano, Stefano Corsini. Si tratta di una formalità che si è resa necessaria all'atto dell'avvicendamento ai vertici dell'AdSP e della nomina del nuovo presidente, cui compete per legge l'onere di sottoporre al Cdg l'approvazione del fondamentale strumento programmatorio entro novanta giorni dal suo insediamento.

Condividi questo articolo

Pubblicità