Nessun cambio di colore delle regioni. Toscana: 700 nuovi contagi

ROMA - Nessun cambio di colore delle regioni dopo i dati del consueto monitoraggio dell'Istituto superiore della Sanità. Al momento, l'Italia rimane tutta in zona bianca. A rischiare più di tutte era la Sicilia, seguita dalla Sardegna e dalla Calabria. I parametri per il passaggio di colore sono tre: il tasso di occupazione sia di terapie intensive sia di reparti ordinari che deve oltrepassare rispettivamente il 10% e 15%, ma non basta. Per entrare in una fascia con maggiori restrizioni anche l’incidenza settimanale dei contagi deve essere superiore ai 50 casi ogni centomila abitanti.

Nessun cambio di colore delle regioni

I dati confermano per l'Isola la stessa fascia di rischio. Secondo il monitoraggio, rimane costante l'incidenza settimanale e nessuna Regione supera le soglie critiche di occupazione delle terapie intensive e reparti ordinari. In Italia si registrano 7.260 contagi e 55 morti nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività è al 3,5%.

Nessun cambio di colore delle regioni

Intanto, circola un’altra notizia: l’Europa pone la nostra regione in rosso, ovvero tra i territori del continente in cui è ancora sconsigliato recarsi a causa dei numeri dell’epidemia. Si tratta di una raccomandazione dell’ECDC, l’ente europeo di controllo delle malattie infettive. Non si tratta di una classificazione con ricadute sul piano delle restrizioni ma con una gradazione che va dal verde al rosso scuro l’ente fornisce una mappa che si limita a dare consigli turistici sui viaggi. In Italia sono altre 5 le regioni in rosso (Sicilia, Sardegna, Marche, Basilicata e Calabria). Tutte le altre sono in giallo col Molise verde. In tutto il continente i territori più in difficoltà, quelli in rosso scuro sono il sud della Francia e della Spagna.

Il monitoraggio, invece, quello fatto dall’Istituto Superiore di Sanità dice che la Sardegna e la Sicilia sono le due regioni con il tasso di occupazione delle terapie intensive più alto, entrambe al 9,2% sotto la soglia del 10% prevista dai nuovi paramenti. Segue al 6,7% la Toscana e la Calabria al 6,5% con l'Emilia Romagna al 5,8%. La Toscana rischia, dunque, il cambio di colore in uno dei prossimi monotoraggi.

 

Intanto è scattata la discussione e in alcuni stati la decisione sulla necessità di provvedere alla terza dose di vaccino anticovid. Certo l’OMS si oppone per un motivo principale: “Non sarebbe indicato -secondo l’oms - togliere sieri ai non vaccinati perché potrebbero emergere nuove varianti."

I Ricoverati per Covid in Toscana sono 371 (11 in più rispetto a a ieri) di cui 41 in terapia intensiva (2 in più). I nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore sono 700, i decessi sono 4. L'età media dei nuovi positivi è di 37 anni (il 20% circa ha meno di 20 anni, il 29% tra i 20 e i 39 anni) il 25% tra i 40 e i 59 anni, il 12% tra i 60 e i 79 anni, il 7% ha 80 anni o più).

I nuovi positivi sul territorio:

  • Firenze 138
  • Prato 52
  • Pistoia 62
  • Massa 33
  • Pisa 94
  • Livorno 87
  • Arezzo 63
  • Lucca  100
  • Siena 33
  • Grosseto 38

La nostra emittente ha realizzato servizi specifici inseriti nel nostro telegiornale e visibile sulla nostra live tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità