Sigilli a ‘Orange Beach’, polemiche Parco-Confcommercio

TIRRENIA - Realizzazione di manufatti senza il necessario nulla osta del Parco: questo il motivo - spiega il Parco di san Rossore in una nota - per cui nei giorni scorsi la Polizia Municipale e le Guardie del Parco sono intervenute su disposizione della Procura della Repubblica per sequestrare le strutture realizzate senza autorizzazione nello stabilimento 'Orange Beach' a Tirrenia. Il provvedimento segue esposti di terzi iniziati a partire dal mese di maggio, e sopralluoghi effettuati nelle settimane successive.

Confcommercio provincia di Pisa non approva i sigilli posti alla spiaggia di Tirrenia nel bel mezzo della stagione estiva. “Non contestiamo il merito, sosteniamo da sempre legalità e rispetto delle regole” - premette il direttore Federico Pieragnoli - “ma sicuramente esprimiamo fortissimo disappunto nei tempi e nel metodo adottato. Chiudere una attività economica nel mezzo della stagione estiva è semplicemente esagerato.

Condividi questo articolo

Pubblicità