Cerimonia di premiazione  del Premio Pisa Donna

PISA - Cerimonia di premiazione  del Premio Pisa Donna. E' promosso dal Consiglio Cittadino per le Pari Opportunità. Nelle scorse ore la premiazione del premio “Pisa Donna” edizione 2020 e 2021. L’edizione 2020 non si è potuta svolgere a causa della pandemia. Il Premio Pisa Donna 2020 è stato assegnato a Ebru TimTik e Nasrin Sotoudeh. Ebru TimTik avvocato e attivista turca per i diritti umani, muore il 28 agosto 2020, dopo 238 giorni di sciopero della fame, per testimoniare la necessità di un 'giusto processo' nel suo paese. Nasrin Sotoudeh, avvocato iraniano, è ancora detenuta nelle carceri iraniane. Il Premio Pisa Donna 2021 è stato assegnato alla professoressa Emanuela Navarretta.

 

"C’è un filo rosso che lega le storie delle due donne e due avvocatesse -spiega la presidente del Consiglio Cittadino Pari Opportunità, Silvia Silvestri-alle quali abbiamo deciso di assegnare il premio Donna 2020: la questione dei diritti. Le abbiamo scelte con questo criterio, fra molti altri curricula altrettanto meritevoli. In questo ambito, le due figure che premiamo, testimoniano che ci sono alcune parti del mondo in cui ci sono diritti talmente tanto negati che il rivendicarli si paga ancora con la vita. Sempre nel campo del diritto, ma questa volta non negato ma riconosciuto e preso ad esempio, abbiamo assegnato il Premio Donna 2021 alla professoressa Emanuela Navarretta, una giurista e accademica italiana, nominata Giudice della Corte costituzionale il 9 settembre 2020 dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha compiuto un fulgido percorso di formazione universitaria e specialistica e di grande competenza e rilevanza accademica nella nostra città".

Soddisfazione e condivisione per la vicesindaco del Comune di Pisa, Raffaella Buonsangue.

Condividi questo articolo

Pubblicità