Il Pisa batte il Monza e rimane in cima alla classifica

Il Pisa fa cinque su cinque in un avvio di campionato da sogno e continua a veleggiare in solitaria in testa alla classifica, oltretutto a punteggio pieno ; neanche la corazzata Monza riesce a fermare la corsa vertiginosa dei neroazzurri, che prima dominano il più quotato avversario per un’ora per poi spaventarsi dopo l’improvviso goal di Mota che regala un finale di sofferenza al pubblico dell’Arena Garibaldi, che alla fine può comunque festeggiare una vittoria tanto importante quanto meritata.

PRIMO TEMPO. Pisa in campo con Lucca riferimento offensivo coadiuvato da Cohen e da un Sibilli con licenza di svariare lungo tutto il fronte di attacco, mentre in mezzo al campo c’è Nagy dal primo minuto a comandare le operazioni ; Monza che invece risponde con tutti i grossi calibri a disposizione di mister Stroppa, compreso il fresco ex Mazzitelli. Pronti, via e neroazzurri che passano subito in vantaggio con Sibilli, che riceve un bel pallone da Leverbe e dopo aver messo a sedere due difensori avversari con una finta a rientrare esplode una rasoiata a girare che si infila in buca d’angolo alle spalle dell’incolpevole Di Gregorio.

Gli ospiti ci capiscono davvero poco, sbattendo a più riprese contro la fisicità di un incontenibile Touré e contro il dinamismo e l’intelligenza tattica di un Nagy che sembra giocare nel Pisa da una vita : Nicolas sostanzialmente inoperoso (eccezion fatta per la respinta sul destro dai venti metri di Valoti) e padroni di casa che vanno vicini al goal del raddoppio sfruttando le ripartenze, la più pericolosa delle quali è quella orchestrata proprio da Nagy e conclusa da Marin che prova ad imitare Sibilli ma manda la sfera sul fondo davvero di poco.

SECONDO TEMPO. Il Monza resta subito in dieci uomini quando Caldirola abbatte Cohen da ultimo uomo dopo un pasticcio colossale della difesa dei brianzoli ; come se non bastasse passano pochi minuti e lo stesso Cohen serve un bel pallone a Lucca che dai sedici metri lascia partire una sassata terrificante che per poco non butta giù la porta alle spalle dell’esterrefatto Di Gregorio. Neroazzurri in paradiso che gettano alle ortiche un paio di ripartenze potenzialmente letali, gli ospiti quasi miracolati ne approfittano immediatamente per rientrare in partita con Mota che da zero metri fa secco Nicolas sfruttando al meglio la bella iniziativa di Ciurria che sulla corsia di destra approfitta di un Beruatto troppo tenero nella circostanza.

Neroazzurri che si trovano a dover soffrire dopo aver a tratti dominato l’incontro in lungo ed in largo, ma capaci di contrastare con efficacia l’avversario anche grazie alla girandola delle sostituzioni ; ed è proprio il nuovo entrato Marsura che conquista un penalty sacrosanto subendo il netto fallo di Carlos Augusto che era stato saltato in velocità dal numero 77, ma capitan Gucher (altro subentrato dalla panchina) si fa ipnotizzare da Di Gregorio che salva la propria porta dalla terza capitolazione di serata.

Poco male perché non c’è più tempo, se non quello utile per applaudire una squadra che non vuole smettere di stupire e che con pieno merito continua a guardare tutti dall’alto in basso.

Il servizio con gli highlights di Pisa-Monza nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità