Deteneva cane in condizioni incompatibili, denunciato

LIVORNO - Deteneva un cane di razza terranova, un esemplare di quasi 70 kg, costringendolo a rimanere chiuso nell’appartamento, insieme con le proprie deiezioni, senza poter uscire e privandolo delle cure necessarie, per questo i Carabinieri Forestali della Stazione di Venturina sono intervenuti in un appartamento del centro di Piombino, con l’ausilio di un veterinario che ha accertato le condizioni di salute compromesse dell’animale. Il cane è stato quindi sottoposto a sequestro ed affidato al canile comunale, presso cui è stato trasportato grazie alla collaborazione dei volontari dell’ENPA (ente nazionale protezione animali).

Il proprietario del cane, un cinquantenne piombinese, è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per detenzione di animali in condizioni non compatibili con la loro natura e che producono gravi sofferenze, reato previsto all’articolo 727 del Codice Penale punito con l’arresto fino ad un anno o una ammenda che può arrivare fino a 10.000 euro. Le condizioni di degrado rinvenute nell’appartamento hanno suggerito di coinvolgere i servizi socio sanitari affinché possano valutare la ricorrenza dei presupposti per un eventuale sostegno psicologico in favore del proprietario

Condividi questo articolo

Pubblicità