Raffineria Eni, sciopero dei lavoratori dell’indotto

LIVORNO - E' alta e preoccupante l'emergenza occupazionale in Italia, Toscana compresa ed ecco che dopo la vicenda di Gkn un nuovo presidio si è svolto nella prima mattina di questo mercoledì (dalle 8.30 alle 10.30) all'esterno della Raffineria Eni di Stagno. Uno sciopero di due ore deciso a seguito delle ultime dichiarazioni di Eni riguardanti la chiusura della linea carburanti della raffineria di Livorno ed il conseguente rischio di perdita di posti di lavoro in tutto l'indotto.

Un centinaio i partecipanti alla manifestazione, svolta in modalità statica. Il servizio con le parole di Mauro Macelloni segretario Fiom nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità