Premio Matteotti, riconoscimento a docenti pisani

Il libro “Vite sospese. 1938: Università ed ebrei a Pisa” di Barbara Henry, Ilaria Pavan e Michele Emdin ha ricevuto a Roma il premio Giacomo Matteotti, nella sezione della saggistica. La cerimonia si è svolta presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri(leggi qui). Anche quest’opera adesso resterà in formato cartaceo e informatico nella Biblioteca Chigiana.

Stessa valorizzazione anche per le altre che ricevono il premio intitolato al coraggioso martire della libertà Giacomo Matteotti.

Il libro, edito da Pisa University Press, nasce dalla ricorrenza degli 80 anni dalla firma delle leggi razziali. La firma ci fu il 5 settembre 1938 nella tenuta di San Rossore. Nell’ottantesimo anniversario (settembre 2018) ci sono state molte iniziative a Pisa. Una fu la realizzazione di questo volume, realizzato in collaborazione tra Scuola Normale e Scuola Sant’Anna, con la partecipazione degli allievi.

Gli autori sono la professoressa di Storia contemporanea della Scuola Normale Ilaria Pavan, la professoressa di Filosofia Politica della Scuola Sant’Anna Barbara Henry e il professore di Malattie dell’Apparato Cardiovascolare, sempre del Sant’Anna, Michele Emdin.

Un'intervista al prof. Michele Emdin, al termine della cerimonia, è nei nostri telegiornali in diretta della sera.

Condividi questo articolo

Pubblicità